5,4 milioni di Italiani non rinunciano al ponte dell’Immacolata

autostradeOndata di ottimismo nel settore turismo grazie ad un’indagine svolta dalla FederalberghiConfturismo, con il supporto tecnico dell’Istituto Dinamiche, che ha intervistato un campione di 3.000 Italiani su come passeranno il ponte dell’8 Dicembre. Saranno circa 5,4 milioni gli italiani che partiranno per il ponte dell’Immacolata. Il giro d’affari è stimato per 1,2 miliardi di euro, con una media di spesa per viaggiatore di 222 euro, comprensiva di vitto, alloggio, trasporto e svago.

[ad]

Il 90% degli Italiani rimarrà in Italia, mentre il 9,5% ha scelto come destinazione un paese estero. Il 45% opterà per il pernottamento in albergo, il 16,5% da amici o parenti, il 13% opterà per la casa di proprietà. I restanti vacanzieri agriturismo o appartamenti in affitto. La meta preferita per questo ponte sarà la classica località di montagna.

Situazione critica nel settore agriturismo, Turismo Verde, l’associazione agrituristica della CiaConfederazione Italiana Agricoltori, evidenzia come gli agriturismi negli ultimi anni abbiano segnato un vero e proprio boom, ma con la crisi sta un po’ frenando il comparto, e così avverrà in questo ponte di Dicembre, lo si può notare dal calo di prenotazioni, soprattutto in regioni come Emilia Romagna, Toscana e Sardegna.

A giocare un ruolo importante negli spostamenti dei vacanzieri saranno sicuramente l’offerta last minute (un’offerta ormai consolidata in Italia) e le condizioni metereologiche. Per il presidente di Federalberghi-Confturismo Bernabò Bocca, il turismo è l’unico settore in grado di fare la differenza pur in un contesto di recessione mondiale. Il presidente spera che il governo colga l’opportunità che il mercato offre, facendo ciò che altri paesi stanno mettendo in atto per mantenere alta la competitività del mercato, ossia un allineamento dell’aliquota Iva. Ne sono esempi la Francia con un’Iva alberghi pari al 5,5% e la Spagna pari al 7%.

Giuseppe Raso

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*