A Shanghai l’esposizione italiana offre spettacolo

Dal 1 maggio al 31 ottobre, la megalopoli cinese, Shanghai, ospiterà l’EXPO 2010, ed in questi giorni c’è proprio un’atmosfera molto particolare. I numeri parlano chiaro: 5,3 km quadrati di area, 70 milioni di visitatori previsti, oltre 600 mila al giorno, per un totale di 260 paesi partecipanti.

[ad]

Il tema principale è “Better city, Better life”, ossia “Città migliore, vita migliore”. Negli ultimi anni è cresciuta in maniera esponenziale la percentuale di persone che vive in città, e questo intenso popolamento dei centri urbani non ha pero portato benefici alla qualità della vita. Dunque il tema è molto attuale, e si incentrerà soprattutto sulla pianificazione e lo sviluppo sostenibile delle nuove aree cittadine, e sulla riqualificazione del tessuto urbano.

Poco più di un anno fa, l’8 maggio 2009, è iniziata la costruzione del padiglione italiano. L’architetto Giampaolo Imbrighi ha realizzato il progetto rendendo omaggio a Shanghai e al famoso gioco che ne prende il nome. Il padiglione Italiano ha la particolarità di essere stato costruito in cemento trasparente, e grazie a speciali tecnologie offre un particolare gioco di luce. Tre piani, cinque sale espositive e una corte centrale per mostrare lo stile di vita italiano, offrendo un connubio tra tecnologia e benessere, energie rinnovabili e design, arte e scienza.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*