Abi: “Disponibili a creare conto corrente a zero spese per i pensionati al minimo”

Arriva una apertura positiva dal mondo delle banche: in questo periodo di crisi infatti le banche italiane fanno sapere di essere disposte a ragionare sulla possibilità di venire in contro ai pensionati. Infatti le ultime misure del Governo, prevedono i pagamenti in contanti per le pensioni fino a mille euro, circa 980 per la precisione, al netto dell’imposta di bollo. Nelle scorse settimane, la norma in questione parlava di pagamenti in contati fino a 500 euro, fattore che avrebbe messo in crisi parecchi pensionati che a quel punto erano costretti ad aprire un conto corrente o un conto in banca per l’accredito della pensione. In ogni caso Giuseppe Mussari, presidente dell’Abi, ha fatto sapere che le banche italiane sono pronte a venire incontro alle esigenze dei pensionati, con la creazione di conti ad hoc, a costo zero, per i pensionati al minimo. “Tutte le banche italiane sono disponibili a ragionare su un conto corrente a zero spese per i pensionati al minimo e sui costi delle carte di credito alla luce delle misure del Governo. Ma le banche non sono disponibili a dare gratuitamente servizi che costano” avverte Mussari. Infatti – prosegue Mussari – sono servizi che hanno dei costi, dei rischi, che vanno remunerati come qualsiasi altro servizio offerto dalle imprese, dunque è impossibile offrirli gratuitamente, lasciando dunque intendere che potrebbero arrivare comunque interessanti agevolazioni per chi possiede una pensione minima.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*