Abolizione dell’Imu, è scontro Governo – PDL

euro_euroNon si accenna a placare la polemica fra il Pdl ed il Governo in tema di Imu. Il Pdl sembra irremovibile: chiede l’esenzione totale dell’Imu sulla prima casa. Un vero e proprio cavallo di battaglia per Silvio Berlusconi in campagna elettorale. Ma la situazione è ben diversa: dal ministero del Tesoro arriva lo stop a questa proposta. Secondo Saccomanni, l’esenzione totale dell’Imu sulla prima casa sarebbe una misura iniqua e sconsigliabile, perchè sarebbe poco efficiente e regressiva: infatti costerebbe oltre 4 miliardi di euro allo Stato. Entro settembre dall’esecutivo dovrà arrivare una proposta definitiva sulla questione Imu: al momento l’ipotesi più probabile è una sola. Il Governo vorrebbe far confluire l’Imu all’interno di una service tax, in modo da alleggerire il carico fiscale dei cittadini. Ma l’ipotesi è stata immediatamente bocciata dal Pdl che non vuole muoversi dalla sua posizione: “la tassa va cancellata” dichiarano i principali esponenti del partito, che vorrebbero l’eliminazione dell’Imu sulla prima casa. Ma la scelta sarebbe davvero pesante da sostenere per le casse dello Stato. Come spiegano dal ministero del Tesoro, l’abolizione del pagamento della prima rata Imu approvata dal Governo, ha portato una perdita di 2.42 miliardi di euro sul gettito del 2013. “Una perdita di gettito che si riflette interamente in una riduzione delle entrate comunali” spiegano dal Ministero. La querelle sull’Imu andrà avanti per tutta l’estate, ma il mese di settembre sarà quello decisivo: i partiti al Governo dovranno trovare una soluzione che possa mettere d’accordo tutti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*