Alitalia, l’ad Sabelli annuncia: “Nel 2013 ci sarà la fusione con AirFrance”

Durante la presentazione del nuovo libro di Bruno Vespa, l’autore ha svelato una intervista che l’amministratore delegato di Alitalia, Rocco Sabelli, gli ha concesso. “Farò una raccomandazione agli azionisti di Alitalia di costruire una fusione con Air France per confluire in un aggregato più grande” ha detto Sabelli, approfondendo la questione. “La mia opinione personale, che trasformerò in una raccomandazione agli azionisti, è di costruire un merger tra le due compagnie per confluire in un aggregato più grande. L’azionariato che controlla Air France è per il 14% in mano al governo francese e per il 12% in mano al personale. Non è detto che i nostri soci non possano avere una partecipazione sull’aggregato, se non superiore a quella del primo azionista, almeno del secondo, in modo da mantenere a un livello rilevante il peso della proprietà italiana”. Chiare ed evidenti le parole di dissenso rilasciate da tantissime personalità del mondo del lavoro e della politica. “Chiarisca Alitalia, chiarisca il governo, e chiarisca Sabelli quello che ha detto, altrimenti c’è il sospetto che tutta questa operazione sia stata fatta per prendere tempo. Se si doveva fare la fusione allora andava fatta due anni fa” ha detto il leader della Cgil Guglielmo Epifani. Dal mondo della politica arrivano le smentite, con il premier Berlusconi che afferma che Alitalia deve restare italiana, anche il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, professa la sua contrarietà per questo progetto. Ma la reazione piu clamorosa è quella del presidente di Alitalia, Colaninno infatti dice di non conoscere assolutamente il piano di Sabelli, un progetto che non è condiviso dagli azionisti.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*