Alitalia, ricavi in crescita ma perde 89 milioni

Si è riunito nei giorni scorsi, il consiglio di amministrazione di Alitalia, per esaminare ed approvare i conti del primo trimestre dell’anno 2011. I risultati comunque mostrano un cauto ottimismo: infatti i ricavi sono in crescita, +7.1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, con una perdita netta di 89 milioni di euro. Dunque le perdite rimangono, ma migliorano: sono infatti diminuite di 43 milioni di euro. L’Alitalia ha rilasciato una nota dove commenta e spiega questi dati. “Già ad aprile si è verificata un’accelerazione nel numero dei passeggeri trasportati, cresciuto di oltre il 12% rispetto allo stesso mese dello scorso anno, lasciando prefigurare un trend di sostanziale crescita dei volumi a partire dal secondo trimestre. Il miglioramento è stato ottenuto nonostante maggiori costi legati all’aumento del prezzo del carburante, allo sviluppo del piano flotta e all’impatto della crisi sui mercati del Nord Africa e del Giappone, stimabili in oltre 100 milioni. E’ stata confermata la previsione di pareggio operativo nel 2011, nonostante il perdurare di tensioni sui prezzi del petrolio e di incertezze sulla ripresa dei suddetti mercati”, si legge nella nota della compagnia aerea italiana. Per quello che riguarda i dati più tecnici relativi ad Alitalia, la puntualità dei voli è stata pari al 91%, la regolarità ha toccato quota 99.8%.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*