Alitalia, trovato l’accordo. Lupi: “E’ valido anche senza la Cigl”

alitalia2Dopo un’altra lunga giornata di trattative, sembra essere vicina la soluzione per gli esuberi di Alitalia. Il tavolo di lavoro, presieduto dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi, ha visto una trattativa lunghissima, ma finalmente sembra essere giunta la tanto attesa soluzione. L’accordo raggiunto prevede 2251 esuberi, vediamo nel dettaglio il piano. Ci saranno 616 esuberi che saranno ricollocati nel perimetro aziendale, mentre altri 681 saranno esternalizzati entro il 31 dicembre 2014; gli altri 954 lavoratori saranno posti in mobilità, con la possibilità di ottenere dei contratti di ricollocamento. Cisl, Uil e Ugl hanno firmato in serata l’accordo, si attende la risposta dalla Cigl. La sigla sindacale ha infatti chiesto tre giorni di tempo per decidere se firmare o meno, ma il ministro Lupi è stato abbastanza chiaro: l’accordo è valido anche senza la Cgil. “L’accordo è stato firmato da sindacati che rappresentano più del 70% dei lavoratori di Alitalia” ha commentato Lupi, auspicando che la Cgil possa firmare. Martedì scadranno i tre giorni richiesti dalla Cgil e ne potremo sapere di più. Infatti proprio martedì mattina arriverà in Italia James Hogan, ad di Ethiad, per presentare la nuova tratta che unirà Roma ad Abu Dabi: sarà l’occasione giusta per chiudere definitivamente la trattativa?

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*