Allarme costo materie prime, l’Anie: “Bisogna fare attenzione..”

Guidalberto Guidi, Presidente di Confindustria ANIE, si dichiara “moderatamente ottimista” sulla realizzazione della riforma del fisco, in tempi piuttosto brevi. Durante una intervista concessa nella giornata di venerdì, Guidi ha parlato a ruota libera di molti argomenti: tasse da eliminare, abolizione di alcune feste e di alcune tassazioni che gravano solo sulle famiglie. Irap? E’ la tassa piu’ odiata dalle imprese e dagli imprenditori. E anche se ha sostituito una manciata di altre imposte e contributi vari resta la piu’ odiata. E’ vero che non e’ possibile cancellare questa tassa dall’oggi al domani, ma si puo’ cominciare a stabilire un percorso con una riduzione progressiva: prima si taglia il 20%, poi il 30% e cosi’ via.  Di sicuro bisognerebbe intervenire sulle tasse che impattano sulla famiglia. Bisogna ridurre i costi sul lavoro. Ma anche lavorare di piu’. Se un dirigente della mia azienda prendesse tutte le ferie, le festivita‘ e qualche giorno di malattia starebbe a casa circa due mesi. Non possiamo piu’ permetterci questi lussi. Bisogna lavorare di piu’ per guadagnare di piu’.

Ma Guidi, da presidente dell’ANIE, l’associazione di Confindustria che raccoglie le imprese elettroniche ed elettrotecniche,  parla anche del problema del costo delle materie prime, decisivo per l’incremento della produzione industriale. “Un rialzo delle materie prime ucciderebbe in culla quel poco di ripresa che comincia a vedersi. Rischiando di accendere una pericolosa spirale inflazionistica. Sono tornati a mangiarsi tutto quel che viene prodotto nel mondo spingendo i prezzi di rame e acciaio. Nel nostro comparto, ad esempio, stanno rincarando anche i componenti di base”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*