Alluvione a Vicenza: “Aiuti a imprese e cittadini o sciopero fiscale”

Come avrete sicuramente visto fra giornali e telegiornali, nella scorsa settimana una pesante alluvione ha colpito il Veneto. Tantissimi i danni causati dal maltempo che ha inferito su moltissimi paesi veneti, mettendo in ginocchio varie economie. Una situazione di crisi sottolienata da Luciano Vescovi, vicepresidente degli imprenditori della provincia di Vicenza, una delle piu colpite dall’alluvione. “Questa volta non passa: se il sostegno alle imprese e ai cittadini vicentini non ci sarà da parte dello Stato, noi non pagheremo le tasse. Una critica voglio farla anche a Zaia: il presidente della Regione ancora non si è fatto vedere qui a Vicenza”. Scendendo nei dettagli, Vescovi parla del settore della manifattura, uno di quelli da maggiori profitti e posti di lavoro in Veneto. “Il manifatturiero è in ginocchio, dobbiamo ricomprare le macchine e la produzione è ferma. Se lo Stato non ci aiuta, con un sostegno serio, verrà colpita una parte sana dell’economia italiana”. Approfondendo maggiormente questa questione, Vescovi addirittura spiega qual’è il giro economico di questo settore. “Il manifatturiero vicentino esporta più della Grecia e tiene su una buona parte dell’economia italiana. Il sostegno per noi è un sostegno per l’economia del paese. Se venendo qui lo Stato vedrà le strade ripulite dal fango e dirà bravi vi siete arrangiati ebbene noi ci arrangeremo con le tasse. Perchè questa volta siamo veramente stufi e questa considerazione che faccio è apolitica e non leghista”. A tranquillizzare i cittadini del Veneto e lo stesso Luciano Vescovi ci ha pensato il capo della protezione civile Guido Bertolaso, che ha spiegato a Vicenza che i soldi arriveranno. Dunque solo una questione di giorni, “se non saranno 60, i giorni saranno 90” spiega Bertolaso, confermando l’attivazione dei meccanismi per il riscorso al credito agevolato per chi ha subito danni.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*