Antitrust, multe alle compagnie aeree per i costi aggiuntivi

Da qualche mese, diverse compagnie aeree avevano apportato dei salati costi aggiuntivi, durante la prenotazione di un volo. I costi aggiuntivi erano dovuti all’acquisto del biglietto via internet con carta di credito: un vero e proprio balzello, che faceva lievitare il costo della prenotazione. A seguito di una indagine, l’Antitrust ha multato alcune compagnie aeree per questa pratica illegale: Alitalia, Blu Panorama, Easyjet, Ryanair, Wizzair. Le multe, paragonate al guadagno che in questi mesi le compagnie hanno ottenuto da questa pratica scorretta, sono veramente irrisorie: si parte dai 10mila euro imposti a Wizzair, fino al massimo di 37.500 euro assegnati a Ryanair, che ha pagato altri 15 mila euro in più per la recidività. L’Antitrust si è dunque schierato dalla parte dei consumatori, anche se le multe sono davvero basse: se consideriamo che le compagnie aeree applicavano una tassa variabile fra i 10 ed i 20 euro in più per ogni transazione effettuata con carta di credito, possiamo immaginare il giro di affari che questa pratica ha portato nelle casse delle compagnie aeree. Alitalia, Blu Panorama, Easyjet, Ryanair, Wizzair avranno tempo fino a novembre per modificare le proprie tariffe, includendo direttamente nel costo del biglietto eventuali costi aggiuntivi. Beffati ancora una volta gli utenti: non ci saranno risarcimenti per l’acquisto dei biglietti aerei con la maggiorazione per l’uso della carta di credito. In ogni caso, l’Unione Europea ha fatto sapere che dal 2014 sarà illegale imporre commissioni per l’utilizzo delle carte di credito nelle transazioni sul web.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*