Attilio Befera: “Dura lotta all’evasione: recuperati oltre 12 miliardi”

L’impegno del governo Monti nella lotta all’evasione è sempre più concreto: lo conferma lo stesso Attilio Befera, direttore dell’Agenzia delle Entrate, in una intervista concessa alla trasmissione “Che tempo che fa”. “Gli ultimi dati forniti da Monti sul recupero dell’evasione fiscale nel 2011 sono in parte superati: siamo oltre i 12 miliardi” chiarisce Befera, che poi snocciola il dato più preciso: il livello di recupero sul 2011 ha superato quota 12.3 miliardi di euro. Tutto merito di un nuovo impegno contro l’evasione, Befera spiega infatti che da almeno tre anni si è applicata una dura lotta contro gli evasori. “Ora vi sono più controlli e strumenti più forti che il governo Monti ci ha dato. L’attenuazione del segreto bancario permette di confrontare meglio quanto si dichiara, si spende, si risparmia e si guadagna. Questo governo ha dato segni di normalità: riportiamo la normalità in questo Paese. Ci sono stati 50 anni di condoni, perché era più facile incassare denari attraverso i condoni, e fino agli anni ’90 era più facile indebitarsi”. Secondo Befera, la propensione degli italiani ad evadere le tasse è da attribuire alla formazione recente dello Stato italiano, se consideriamo che lo Stato democratico è nato solo il Dopoguerra. Alla fine dell’intervista, Befera ha parlato anche di Equitalia: “una società che recupera crediti pubblici e si muove solo seguendo le leggi ed è l’ultima società della filiera di contrasto all’evasione: se facciamo un accertamento, ma non lo riscuotiamo la lotta all’evasione non serve a nulla” ha dichiarato il direttore dell’Agenzia delle Entrate.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*