Auto, vendite ancora in calo: a giugno – 5.5%

mercato-autoContinua ad andare piuttosto male il mercato dell’auto in Italia. Sono infatti arrivati i dati del mese di giugno, dati ancora una volta negativi. Nel mese di giugno, le immatricolazioni sono calate del -5.5% rispetto al mese di giugno 2012. Filippo Pavan Bernacchi, presidente di Federauto, sempre più critico nei riguardi delle istituzioni. “Anche se quest’anno alla fine eguagliassimo il 2012, evento peraltro improbabile, il problema rimarrebbe in tutta la sua interezza. Oramai siamo a un mercato italiano simile a quello del 1969, ossia 44 anni fa” spiega Bernacchi, portando anche altri dati. “L’Italia ha sbagliato tutte le scelte politiche sull’automotive: i dati sulle vendite  2012 in Europa, mostrano che siamo il fanalino di coda”. Una situazione davvero problematica: il fatturato è in flessione rispetto allo scorso anno (- 1.6 miliardi di euro), inoltre continua a perdere introiti anche lo Stato, che perde 270 milioni di Iva non incassata. Prendendo in esame i primi sei mesi dell’anno, si può notare la forte recessione del mercato dell’auto italiano: i dati mostrano una flessione del -10.3% nelle vendite di auto nuove, rispetto al 2012. Lo scorso anno, nel primo semestre furono immatricolate ben  815.213, contro le 731.203 auto immatricolate nei primi sei mesi del 2013. Il dato più allarmante, è quello globale: come confermano dall’Unrae, il mercato dell’auto italiano è in flessione da ormai 37 mesi. Sono infatti 37 i mesi consecutivi in cui il dato delle immatricolazioni è stato negativo.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*