Azioni Facebook oggi 09 Novembre: continua la ripresa

Ancora una mattinata di recupero in Borsa per la società di Manlo Park. Mentre il mondo è concentrato sulla vittoria di Donald Trump alle elezioni presidenziali, le Azioni Facebook continuano la lieve risalita dopo il crollo delle scorse settimane. Nella seduta odierna, toccato il massimo di 124,61, dopo un’apertura a 122,03. Nel frattempo, uno studio di Mediobanca rivela il predominio di Amazon nel settore delle Software & Web Companies, con 98 miliardi di fatturato e un +20,2% rispetto allo scorso anno. L’azienda di Zuckerberg solo al settimo posto, con 16,5 miliardi di fatturato.

Azioni Facebook oggi 09 Novembre continua la ripresa

Azioni Facebook: conti d’oro e guai in vista

Ripercorriamo brevemente le ultime settimane del colosso californiano guidato da Mark Zuckerberg. Il trimestre ha fatto registrare cifre record, eppure, dopo il comunicato sul bilancio, la quotazione societaria in Borsa ha iniziato una pesantissima discesa.

I numeri hanno battuto tutte le attese del mercato, tuttavia il management dell’azienda ha dovuto mettere le mani avanti sul futuro. Tutta colpa delle pubblicità, a quanto pare.

E’ probabile, infatti, che il fatturato del prossimo anno calerà significativamente. Poiché la società non potrà aumentare la quantità di annunci pubblicitari presenti sul social.

Zuckerberg sembrerebbe pertanto intenzionato a testare modelli di monetizzazione delle sue due app per chat. Ovvero Messenger e Whatsapp.

I due servizi contano circa un miliardo di utenti ciascuno. Un’idea potrebbe essere l’inserimento della funzione e-commerce via chat.

I guai per il social blu potrebbero però riguardare anche il fronte “politico”. Nelle ultime settimane, infatti, Angela Merkel starebbe conducendo una dura campagna contro i colossi del web. L’accusa a social e portali sarebbe quella di distorcere le prospettive su argomenti delicati, come ad esempio l’immigrazione.

Ne consegue che Facebook, come anche Google o Twitter, potrebbero essere costretti a rendere pubblici gli algoritmi alla base delle piattaforme. Zuckerberg certamente spera di rimanere fuori da questioni politiche. Una grana che proprio non gioverebbe al giovane CEO, visti i 3 miliardi di guadagni persi in pochissimi giorni.

Mike Schroepfer: puntiamo sull’intelligenza artificiale

La società di Menlo Park avrebbe più di un colpo in canna per rasserenare i cieli del futuro. Uno tra questi viene spiegato direttamente da Mike Schroepfer, Chief Technology Officer di Facebook Inc.

A quanto pare, l’azienda starebbe lavorando alla creazione di un computer in grado di imparare, pianificare e ragionare come gli essere umani.

Secondo lo stesso Schroepfer, l’intelligenza artificiale dominerà il prossimo decennio. Ed è proprio questo il momento giusto per attivarsi nel settore.

Azioni Facebook che dunque provano a trattenere la fiducia degli investitori, in attesa di capire cosa accadrà nei prossimi mesi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*