Azioni Facebook oggi 26 Dicembre: bicchiere mezzo pieno

Menlo Park inizierà l’ultima settimana di mercato del 2016 con un ribasso dello 0,11%. Tuttavia, per le Azioni Facebook, quello che sta per concludersi è stato un anno decisamente positivo. La quotazione del social di Zuckerberg ha infatti iniziato il 2016 poco sopra i 100 dollari. A febbraio, toccato il minimo di 52 settimane di 89,37 dollari. L’asset si è poi mosso in salita per tutti i mesi successivi. Arrivando fino al picco di oltre 133 dollari registrato ad Ottobre. A seguire, un ritracciamento fino all’attuale quota di 117 dollari. Complessivamente, dunque, Menlo Park può vantare ottimi guadagni.

Azioni Facebook oggi 26 Dicembre bicchiere mezzo pieno

Azioni Facebook: il crollo di ottobre

A rovinare l’anno di mercato di Zuckerberg è stato l’ultimo trimestrale aziendale pubblicato a fine ottobre. In realtà, gli incassi del terzo trimestre di Facebook Inc sono stati addirittura superiori alle già alte attese. Il problema è sorto sui dati relativi al futuro dei ricavi pubblicitari.

Subito dopo la pubblicazione della notizia, Menlo Park ha subito un crollo del 7%. E in una sola giornata, lo stesso Zuckerberg, possessore di numerose quote di Borsa del suo social, ha perso ben 3 miliardi di euro.

Da quel momento, la quotazione del colosso americano ha faticato a recuperare. Scendendo da 133 dollari a 114, fino ad assestarsi all’attuale valore di 117 dollari.

Nel complesso, però, l’anno di Facebook è da incorniciare.

Gli utenti sono in aumento: su base giornaliera vi è stata una crescita del 17%, mentre su base mensile il dato è salito del 16%. Gli utili sono cresciuti del 166%, i ricavi del 56% e le pubblicità del 59%. Ma i dubbi sul futuro sono prevalsi su questa enormità.

Facebook non incrementerà gli annunci nella news feed e ciò determinerà, per i prossimi mesi, un netto calo dei ricavi pubblicitari. A questo punto, si può prevedere che, avendo già scontato il mercato il pericolo del crollo di Facebook Inc, l’asset non potrà che risalire.

Antitrust: Zuckerberg ha mentito su Whatsapp

A rovinare il Natale di Menlo Park anche la Commissione Antitrust Europea. Secondo l’autorità, Zuckerberg avrebbe fornito informazioni false o fuorvianti in merito all’acquisizione di Whatsapp. In particolare sulla possibilità di legare gli account delle due piattaforme.

Se l’accusa dovesse essere confermata, Zuckerberg potrebbe essere costretto a pagare una multa salatissima. Non è a rischio, invece, la proprietà dell’app di messaggistica istantanea più utilizzata al mondo.

Azioni Facebook che dunque chiudono l’anno in frenata. Ma il bicchiere va senz’altro visto mezzo pieno e non mezzo vuoto.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*