Banca Centrale Europea: “L’incertezza politica frena la ripresa in Italia”

bceSono settimane molto difficili per l’Italia. Il nostro Paese è in piena campagna elettorale, ma deve anche affrontare una crisi economica che non si è del tutto arrestata. Per questo motivo, la Banca Centrale Europea ha voluto lanciare un monito al nostro Paese. “L’accresciuta incertezza politica è stata all’origine di alcuni flussi di capitali, con l’obiettivo di ricercare investimenti più sicuri, verso i titoli emessi dai paesi con rating AAA”, spiegano dalla BCE, sottolineando l’importanza delle riforme, che potranno aiutare la crescita dell’Italia. Servono infatti ulteriori passi in avanti nel risanamento delle finanze pubbliche, mantenendo in sostanza gli impegni presi con l’Unione Europea all’interno del patto di stabilità e crescita. Serve insomma l’ultimo sforzo, che potrebbe portare maggiore equilibrio. Ma l’incertezza politica non è l’unico problema segnalato dalla Banca Centrale Europea: la BCE infatti evidenzia le difficoltà nel settore del lavoro, con un calo continuo dell’occupazione, non solo in Italia ma nell’intera Eurozona. “I mercati del lavoro dell’area dell’euro continuano a risentire della crisi economica e finanziaria. L’occupazione è diminuita ulteriormente nel terzo trimestre del 2012, mentre la disoccupazione ha continuato ad aumentare. I dati delle indagini segnalano un ulteriore calo dei posti di lavoro nell’ultimo trimestre dell’anno” si legge nel bollettino mensile della Banca Centrale Europea.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*