Banca d’Italia: “L’Italia si riprenderà nella seconda parte del 2013”

bankitaliaIl 2013 sembra essere l’anno della ripresa: da più parti, si parla con entusiasmo dell’anno che sta per arrivare. Sono in molti infatti a sostenere che nella seconda metà del 2013, l’economia europea potrebbe subire una importante accelerata. Non sarà da meno anche l’economia italiana: la conferma arriva dalla Banca d’Italia, in particolare dal vice direttore generale, Fabio Panetta. “Per l’Italia il problema non è quello di intervenire sulla finanza pubblica ma quello di tornare a crescere” spiega Panetta. “La ripresa tornerà nel 2013, ma dobbiamo tornare a crescere stabilmente a ritmi robusti. Tornare a crescere richiede un laborioso, continuo e progressivo intervento per riformare molti settori” spiega il vice direttore generale della Banca d’Italia. “Gli aggiustamenti strutturali non possono essere più rinviati, il cammino non è facile ma abbiamo cominciato: vanno completati gli interventi in discussione: liberalizzazioni, incremento dell’efficienza della Pubblica Amministrazione, semplificazione” prosegue poi Panetta durante la conferenza di Dexia. Panetta sostiene che l’economia italiana potrebbe riprendersi nel terzo trimestre del 2013, nonostante alcuni fattori di incertezza, come la domanda mondiale o le imminenti elezioni politiche. “Negli ultimi mesi, nel terzo trimestre, il tasso di contrazione dell’attività economica si è attenuato e ci aspettiamo che questo assottigliamento prosegua nel prossimo trimestre” conclude Panetta.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*