Banzai: Mondadori diventa il primo editore digitale italiano

La casa editrice Mondadori ha annunciato l’acquisto dei siti di Banzai, per una cifra pari a 45 milioni di euro. La casa editrice di Marina Berlusconi porta a casa ben 17,1 milioni di utenti unici attivi che si andranno a sommare agli 8,9 milioni dei propri siti. Ciò significa che Mondadori diventerà il primo editore digitale italiano, disponendo ora anche di pagine della portata di Giallo Zafferano e Pianeta Donna. Non rientra nella trattativa, invece, il pacchetto news composto da “Giornalettismo” e “Il Post”. L’acquisizione, come si legge nel comunicato ufficiale di Mondadori, sarà regolata attraverso l’utilizzo di linee di credito già disponibili.

Banzai: Pietro Scott Jovane punta ora sull’e-commerce

Per 45 milioni di euro, ovvero 24,6 milioni considerato l’indebitamento, Banzai cede a Mondadori la leadership nelle aree del women, food e health & wellness. Scott Jovane, amministratore delegato del colosso digitale, ha affermato che questa operazione consente all’azienda di proseguire positivamente le proprie strategie, incentrate sull’e-commerce. Gli introiti derivanti dalla cessione rappresentano senz’altro una risorsa determinante per una veloce e importante crescita futura. La fiducia di Scott Jovane è riposta anche sui dati incoraggianti che riguardano lo sviluppo del commercio elettronico in Italia. L’azienda rimarrà comunque al primo posto per quanto riguarda il mercato domestico e di elettrodomestici online. Soddisfatto anche Ernesto Mauri di Mondadori, queste le sue parole dopo l’annuncio della chiusura della trattativa:

Oggi, abbiamo concluso un’operazione che ci darà un deciso impulso nel digitale, indispensabile per far evolvere i nostri magazine, ambito in cui siamo già leader con oltre il 30% del mercato grazie al portafoglio più diversificato e di qualità presente in Italia. Siamo particolarmente orgogliosi di aver raggiunto un altro importante traguardo nel piano di sviluppo di Mondadori dopo l’operazione Rizzoli Libri.

La storia di Giallo Zafferano

Banzai gestisce i siti più seguiti dal popolo del web. Non solo Pianeta Donna, ma anche Studenti.it e Mypersonaltrainer. Ora tutto è passato nelle mani di Mondadori, anche il pezzo più pregiato, ovvero Giallo Zafferano. Quest’ultimo sito fu fondato nel 2006 da Sonia Peronaci, insieme al suo compagno Francesco Lopes. La svolta però arrivò nel 2009, quando il colosso digitale di Pietro Scott Jovane ne acquisì i diritti. Il sito balzò in vetta alle classifiche dei più visitati dagli utenti, e Sonia Peronaci divenne a tutti gli effetti “il volto della cucina” per i 4,2 milioni di visitatori mensili della pagina. Si può ben dire che Giallo Zafferano abbia cambiato il modo di fare cucina online. La Peronaci ha poi abbandonato il sito verso la fine del 2015, per seguire altri progetti. Il divorzio, a dire la verità, è stato dolce. Parole al miele, infatti, quelle della Peronaci, al momento dell’addio:

Giallo Zafferano in questi anni è cresciuto, diventato adulto e può continuare a dare soddisfazioni anche senza il mio apporto, mentre io posso pensare a nuove stimolanti sfide da vincere. 

Ma nuove sfide attendono anche il sito di cucina più letto in Italia, oggi passato nelle mani di Mondadori.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*