Bce, Bini Smaghi si dimette: andrà ad insegnare ad Harvard

Nei giorni scorsi, l’arrivo a capo della Banca Centrale Europea di Mario Draghi aveva creato un po’ di imbarazzo, perchè concedeva all’Italia due posti importanti nel board della BCE, data la presenza di Lorenzo Bini Smaghi. C’erano stati diversi inviti alle dimissioni per Bini Smaghi, il cui incarico in effetti sarebbe scaduto solo il 31 maggio 2013. Si era creato un po’ di imbarazzo perchè Bini Smaghi non sembrava intenzionato a dimettersi, invece nelle ultime ore ha presentato le proprie dimissioni. Dunque adesso è ufficiale, Lorenzo Bini Smaghi si è dimesso dal board della Bce. Il presidente della Bce, Mario Draghi, ha voluto ringraziare personalmente il collega italiano. “Si ringrazia caldamente Bini Smaghi per i contributi che ha offerto in molti anni nel settore degli affari economici e monetari europei e internazionali. Durante il suo mandato, compresa la sua decisione, Bini Smaghi è stato fautore dell’indipendenza della Bce, Draghi esprime a Bini Smaghi la sua gratitudine per il suo straordinario contributo al lavoro della Bce e alla sua dedizione come membro del Comitato Esecutivo e del Consiglio Direttivo per oltre sei anni”. Le dimissioni erano attese già da alcuni mesi, avevano creato una forte tensione fra Italai e Francia: infatti Bini Smaghi avrebbe dovuto lasciare il suo posto ad un francese, dopo che Mario Draghi aveva sostituito il transalpino Jean Claude Trichet. Lorenzo Bini Smaghi, a partire dal primo gennaio 2012, andrà ad insegnare all’università di Harvard.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*