Bce, Draghi: “Eurozona molto più solida di quanto si pensi”

Il presidente della Banca Centrale Europea, Mario Draghi, è intervenuto a Londra, in occasione della Global Investment Conference. Il numero uno della Bce ha difeso ancora una volta l’Eurozona e la moneta unica europea. Per Draghi, l’Euro sta migliorando: gli ultimi sei mesi infatti hanno mostrato progressi straordinari nell’area Euro, dunque ci sono ampi margini per uscire dalla crisi. Per farlo però servirà coesione, una parola che è sempre molto presente nei discorsi di Draghi. “La coesione sociale all’interno dell’area dell’euro è più forte che in qualsiasi altra parte del mondo” spiega Draghi, che poi conferma le parole della scorsa settimana. “Siamo pronti a fare tutto quello che serve per l’euro. E, credetemi, sarà sufficiente: ‘Eurozona ha il potere per sconfiggere la speculazione sui mercati”. Parole molto incoraggianti per l’intera Eurozona. Draghi però ha voluto analizzare la situazione degli ultimi anni in Europa: secondo il numero uno della Bce, alla base di questa crisi c’è sopratutto una immobilità dei governi, sia in ambito nazionale che europeo: “parte del problema è che negli ultimi 10 anni, sia a livello nazionale che a livello europeo, i governi non hanno fatto nulla” dichiara Draghi, che poi ha concluso tranquillizzando l’intera Eurozona. “Non è possibile immaginare la possibilità che un paese esca dall’Eurozona”, eliminando qualsiasi possibilità di fuga dall’Euro da parte della Grecia.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*