Bce: “Nel breve termine ulteriore incremento della disoccupazione”

A line of jobseekers outside Monster.com job fair in Los AngelesGli economisti della Banca Centrale Europea non sono molto ottimisti: fra dati a disposizione e previsioni per il 2013, il futuro dell’Eurozona sembra davvero grigio. Il bollettino mensile della Bce infatti prospetta diversi dati negativi: l’economia dell’Eurozona è in calo, al contrario continua ad aumentare la disoccupazione. Il 2013 poi non lascia intravedere molti spiragli positivi: infatti le previsioni della Bce parlano di una possibile attività economica debole  con una ripresa graduale nel corso dell’anno; sul piano occupazionale invece, il 2013 potrebbe peggiorare ulteriormente la situazione. “Le condizioni del mercato del lavoro nell’Eurozona sono ulteriormente peggiorate negli ultimi trimestri: le previsioni suggeriscono nel breve termine un ulteriore incremento della disoccupazione“, si legge nel bollettino. Disoccupazione che nell’ultimo rilevamento utile, quello di ottobre, ha fatto segnare un aumento all’11.7%. Passando ad un altro tema, quello dello spread, sembrano esserci dati più positivi: da agosto ad oggi, i tassi d’interesse sul debito greco sono scesi di oltre 800 punti base, così come ci sono state sostanziali riduzioni per Irlanda, Italia, Portogallo e Spagna. Servono ulteriori passi in avanti per l’unione bancaria: “la solidità dei bilanci bancari sarà un fattore chiave per agevolare sia un’adeguata offerta di credito all’economia, sia la normalizzazione di tutti i canali di finanziamento. Attuare interventi decisivi per realizzare un quadro finanziario integrato contribuirà al conseguimento di questo obiettivo. Il meccanismo di vigilanza unico è uno dei principali elementi costitutivi e rappresenta un passo cruciale verso una rinnovata integrazione del sistema bancario”, si legge nella nota dell’Eurotower. Gli economisti della Banca Centrale Europea hanno poi abbassato le loro stime sulla crescita dell’area Euro: nel 2012, c’è una contrazione fra il -0.6% ed il -0.4%.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*