Bce: “Nell’area Euro l’inflazione sarà stabile”

La Bce, Bance Centrale Europea, rilascia come di consueto, il bollettino mensile. Nel bollettino di settembre, la Bce parla di una ripresa piuttosto moderata ma incerta. “In futuro la ripresa dovrebbe procedere a un ritmo moderato a fronte di una perdurante incertezza. Pesa la debole dinamica del mercato del lavoro caratterizzato, nella media, da elevati tassi di disoccupazione. I dati recenti e gli ultimi risultati delle indagini congiunturali confermano, in generale, le attese di una moderazione nella seconda metà dell’anno sia su scala mondiale sia nell’area dell’euro. Sulle prospettive di ripresa pesano le incertezze sulle prospettive di crescita in altre economie avanzate e su scala mondiale. Fra i fattori frenanti della ripresa anche il processo di aggiustamento dei bilanci in corso in diversi settori e dalle prospettive per il mercato del lavoro. Il saldo ancoraggio delle aspettative di inflazione dovrebbe assicurare la stabilità dei prezzi nel medio periodo, sostenendo così il potere di acquisto delle famiglie nell’area dell’euro“. Infine, la Bce ha invitato i paesi europei a “procedere al graduale aggiustamento dei conti pubblici e alla riforme strutturali soprattutto in quei paesi che hanno subito una perdita di competitività o che al momento soffrono di disavanzi di bilancio e disavanzi esterni elevati. Le misure dovrebbero assicurare che il processo di contrattazione dei salari ne consenta il flessibile e appropriato adeguamento alle condizioni di disoccupazione e alle perdite di competitività. Riforme tese a potenziare la crescita della produttività stimolerebbero ulteriormente il processo di aggiustamento di tali economie”.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*