Bce, via libera al piano anti-spread

Il presidente della Banca Centrale Europea, Mario Draghi, ha ufficializzato l’arrivo del piano anti-spread: discusso da diverse settimane, il piano è stato approvato dal consiglio direttivo della Bce, non all’unanimità. Infatti l’aiuto con l’acquisto di titoli di stato è stato bocciato da un solo paese, la Germania. “C’è stata una voce di dissenso, lascio a voi indovinare di chi è” ha ironizzato Draghi in conferenza stampa. Ovviamente era la Germania, che dalla Bundesbank ha confermato il voto contrario a questo piano. La presentazione del piano è stata curata da Mario Draghi, che ha anticipato alcuni temi interessanti. Draghi infatti ha spiegato che alla base di tutte queste azioni, c’è l’intento unico di difendere l’Euro. “Dobbiamo difendere l’integrità della politica monetaria dell’Eurozona. La Bce farà quanto necessario, nei limiti del suo mandato, per avere una politica monetaria con ricadute omogenee, per garantire la stabilità dei prezzi e per garantire l’euro” spiega Draghi. Fra le reazioni positive, c’è sicuramente quella di Mario Monti. “Vedo un passo avanti importante verso una governance dell’eurozona più soddisfacente. Da oggi esistono possibilità in Ue da usare per far fronte a questo problema che grava sui Paesi che hanno importanti debiti pubblici ma che hanno messo a posto i conti” afferma il premier italiano. E reazioni positive anche dalle Borse, che ieri hanno chiuso con forti guadagni, e sopratutto buonissime notizie dallo spread: infatti il differenziale tra Btp e titoli di stato tedeschi decennali, è sceso sotto 400 punti base, chiudendo ieri a 370 punti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*