Benzina, sciopero confermato: impianti chiusi il 4 ed il 5 agosto

Nonostante l’iniziale veto del Garante, è stato confermato lo sciopero dei benzinai del 4 e 5 agosto. In un primo momento, le associazioni di categoria avevano comunicato l’intenzione di scioperare per tre giornate, includendo anche venerdì 3 agosto. L’Authority però è riuscita a far escludere la data del 3 agosto da questo sciopero. L’incontro fra le associazioni (Faib, Fegica e Figisc/Anisa) e la Commissione di Garanzia per gli scioperi, ha di fatto confermato le richieste dei gestori degli impianti, che dunque potranno tenere chiusi i loro impianti nel primo fine settimana di agosto. “Solo alcuni dei comportamenti in aperta violazione delle leggi esistenti che i petrolieri sta adottando sistematicamente, colpendo oltre 20.000 piccole imprese di gestione che occupano circa 120.000 persone e sostengono la sopravvivenza di altrettante famiglie. Tutto questo, con la responsabilità diretta e colpevole del Governo che, nonostante 14 differenti sollecitazioni formali e appelli di ogni tipo, si è sistematicamente sottratto a qualsiasi tipo di confronto ed è inerte di fronte alla violazione delle leggi in vigore” si legge nel comunicato ufficiale delle associazioni di categoria. A questo punto c’è da aspettarsi una grande ressa negli impianti pochi giorni prima della serrata: a tal proposito il Codacons ha chiesto che i listini prezzi degli impianti vengano bloccati, in modo che nessuno possa speculare sugli automobilisti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*