Blockbuster Italia chiude: la catena internazionale di videonoleggio, in grossa crisi finanziaria, ha chiuso i suoi punti vendita italiani. La scelta definitiva era già arrivata nelle scorse settimane, ma solo in queste ultime ore è stata resa ufficiale, con la chiusura degli ultimi store. “L’avventura di Blockbuster Italia finisce qui. È stato per noi un piacere divertirvi o semplicemente tenervi compagnia in questi 18 anni” si legge nel comunicato ufficiale. Una storia lunga 18 anni: infatti nel 1994 Blockbuster arriva in Italia. La diffusione di internet è ancora molto scadente, le velocità basse e sopratutto la pirateria non è così diffusa: così sono tantissimi gli italiani che si recano negli store Blockbuster per affittare le videocassette. La digitalizzazione dei film poi porta l’arrivo dei dvd e dei bluray, ma contemporaneamente è arrivata la diffusione dello streaming, dei download e delle tv on demand: il risultato è stato l’abbandono di tanti utenti. Molti utenti, fidelizzati con una tessera, che permetteva il noleggio dei film. Già nel giugno 2011 era stata decretata la fine: la sezione italiana di Blockbuster era stata posta in liquidazione volontaria. Negli scorsi mesi poi l’accordo per l’acquisizione dei punti vendita da parte di «Essere Benessere», catena di parafarmacie.