Borsa, nel 2010 Milano ha perso il 12%

Si chiude un anno, se ne apre un altro ma è chiaro che vengono fuori i primi bilanci. E’ il caso dei mercati borsistici europei, che hanno visto chiudersi un anno contrastante, alcune piazze hanno offerto risultati positivi, mentre fra le piazze che hanno chiuso col peggior passivo spicca la Borsa di Milano, Piazza Affari. Milano chiude l’anno 2010 facendo segnare un passivo del 11.95% rispetto all’anno 2009, ma ecco la lista completa di Piazza Affari:
– il Ftse Mib ha perso l’11.95%,
– il Ftse All Share ha perso il 10.29%
– il Fte Mib storico ha perso il 7.66%.
– il Ftse Italia Star è invece in rialzo del 3.24%.
Il valore di Piazza Affari dunque diminuisce del 12% circa, con un valore pari al 27.6% del Pil italiano. Il titolo col maggiore rialzo dal 4 gennaio 2010 al 31 dicembre 2010 è però quello dell’azienda Marcolin, una azienda di occhiali, che in dodici mesi ha guadagnato il 192%. Fra i titoli bancari invece, grandi perdite per Intesa Sanpaolo che in un anno ha perso il 35%, male anche Unicredit (- 33%) ed il Banco Popolare che ha un passivo del 39%.
In Europa, fanno peggio di Piazza Affari, sia Madrid (-18.4%) che Atene (-40.8%), mentre limitano i danni Lisbona (-9,9%) e Dublino (-7,1%), con quest’ultima piazza che grazie agli aiuti della Ue e del FMI si riprende dopo la grande crisi.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*