Cambio Euro Dollaro 26 Settembre: mercati cauti

La coppia di valute EUR/USD si muove sul mercato in modo cauto. Nella settimana si attendono diversi eventi: due interventi pubblici della BCE e uno di Janet Yellen. FED potrebbe comunicare le novità decise in merito al rialzo dei tassi di interesse. Tuttavia, anche la Banca Centrale Europea potrebbe creare movimenti significativi. Stamattina il cambio Euro Dollaro ha fatto registrare un +0,22%, con ulteriori rialzi previsti. Il cambio è ora a 1,254.

cambio euro dollaro 26 settembre mercati cauti

Cambio Euro Dollaro: indice del Dollaro in calo

Gli investitori fremono in vista del confronto di questa sera tra Hillary Clinton e Donald Trump, ma rimangono cauti in attesa dell’evento. I movimenti di mercato mostrano anche come gli operatori stiano ancora valutando la decisione della FED della scorsa settimana, ovvero quella di rimandare ancora l’aumento dei tassi di interesse.

Tuttavia, la stessa Federal Reserve ha lasciato intendere che qualcosa potrebbe muoversi entro la fine dell’anno. Ciò ha generato un po’ di confusione, con l’aumento dell’oro e il calo dello Yen.

La coppia EUR/USD ha aperto la settimana in rialzo, partendo da un +0,11%. Attualmente si oscilla tra il +0,22% e il +0,24.

Questo rialzo è dovuto anche alla pubblicazione del report dell’Ifo (Istituto di ricerca economico tedesco). Il documento attesta che l’Indice sulla Fiducia delle Imprese è salito.

Mentre l’Euro si rafforza, cala invece l’indice del Dollaro, facendo registrare un -0,10% contro un paniere di altre sei valute.

Previsioni Forex: volatilità in aumento per la coppia EUR/USD

Mentre gli ultimi dati del Commitment Of Trades (COT) continuano a mostrare un sentiment di mercato a vantaggio del Dollaro, la Commerzbank prevede invece che il biglietto verde rimarrà debole. Almeno fino a quando la Federal Reserve non si deciderà a pubblicare notizie chiare sull’aumento dei tassi di interesse.

Per tutta la settimana e per i giorni a venire sono in agenda diversi discorsi di alcuni membri FED. La banca tedesca sembra tuttavia convinta della propria analisi. In una nota ufficiale, infatti, si legge che: “È improbabile che il mercato del forex abbandoni il suo scettiscismo nei confronti della Fed o inizi a scontare un rialzo dei tassi ad un ritmo più veloce nel 2017 dopo la mossa di dicembre”.

Insomma, per i prossimi mesi non dovrebbero esserci grossi novità sul cambio Euro Dollaro. Gli occhi possono essere tutti puntati sulle elezioni presidenziali dell’8 Novembre.

Per quanto riguarda l’Euro, l’andamento complessivo annuale, fino a questo momento, mostra un buon rialzo del 3,3%.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*