Cambio Euro Dollaro 30 Settembre: ancora ribasso

Il biglietto verde continua a rimanere stabile nei confronti delle principali valute rivali. I dati di ieri sulle vendite immobiliari USA hanno mantenuto forte il dollaro sui mercati. Si attendono per la giornata odierna ulteriori dati. In particolare sui redditi personali e sulle spese procapite. Ma anche diverse indicazioni sullo stato generale dell’economia americana. Cambio Euro Dollaro attualmente a 1,1177, in ribasso dello 0,37%.

cambio euro dollaro 30 settembre ancora ribasso

Cambio Euro Dollaro: le previsioni di Credit Suisse

Secondo la banca svizzera, la coppia EUR/USD toccherà quota 1.15 entro la fine del 2016. Le analisi dell’istituto sono in netta controtendenza con ciò che sta accadendo nelle ultime settimane.

Nello specifico, le motivazioni del rialzo sarebbero principalmente tre. Innanzitutto, secondo Credit Suisse, non ci sarà alcun rialzo dei tassi di interesse entro la fine dell’anno. Secondo l’istituto, è più probabile che FED agirà in questo senso a Maggio 2017. L’attuale ribasso sta ad indicare che i mercati credono ancora nella possibilità che qualcosa avvenga a Dicembre. Ma secondo la banca svizzera ci sono molte meno probabilità di ciò che FED vuole far credere.

Altra motivazione legata al rischio politico. Anche se la Clinton vincesse le elezioni presidenziali contro Trump, questo rischio aumenterebbe comunque. Il tutto a favore di valute difensive, proprio come l’Euro.

Terzo motivo, la riunione di Dicembre della BCE. Credit Swisse è convinta che Draghi annuncerà un aumento di stimolo solo marginale.

Tuttavia, l’istituto non esclude il possibile verificarsi di eventi contro il rialzo della coppia. In particolare, la situazione tedesca e il referendum costituzionale italiano potrebbero spingere l’Euro al crollo.

Deutsche Bank: la crisi della banca pesa sull’Euro

Sul fronte europeo, la mattinata è stata caratterizzata dalla crisi sempre più nera di Deutsche Bank. La valuta comunitaria è scesa contro il dollaro e anche contro il franco svizzero. Toccando i minimi degli ultimi due mesi.

Una raffica di ribassi, listini in rosso e grande preoccupazione da parte degli investitori. Se fino a ieri c’era ancora un margine per prediligere il rischio, oggi è affondato anche questo.

Questa mattina, ben dieci fondi di investimento speculativi hanno ridotto la propria esposizione nei confronti di Deutsche Bank. Il titolo bancario è sceso sotto i 10 euro, facendo registrare un crollo di quasi il 9%.

Piazza Affari registra i risultati peggiori con un netto -1,9%. Segue Francoforte in ribasso dell’1,6%.

Conseguenze anche sul cambio Euro Dollaro, con la moneta comunitaria che continua a perdere terreno.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*