Cambio Euro Dollaro oggi 01 Dicembre: divisa USA in calo

Biglietto verde in calo nella seduta odierna di mercato, contro tutte le principali valute rivali. Cambio Euro Dollaro attualmente a 1,0635, in rialzo dello 0,42%. La divisa statunitense è stata supportata, nella serata di ieri, dal balzo del greggio e dai risultati positivi dei reports economici. Il Paese cresce ancora e aumentano le aspettative per un rialzo dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve. Stamattina la moneta unica ha poi recuperato parte dei guadagni persi. Indicatori tecnici segnalano l’acquisto nel breve e medio termine, mentre la vendita dell’asset rimane privilegiata per il lungo periodo.

Cambio Euro Dollaro: le ultime previsioni per il 2017

Stando all’analisi di diversi esperti del settore finanziario, il dollaro potrebbe apprezzarsi ulteriormente nel corso del prossimo anno. Al di là del rialzo dei tassi di interesse, vi sarebbero alcune misure economiche previste nel programma di Donald Trump che andrebbero a sostenere il biglietto verde in modo significativo.

Tra queste misure, spicca il cosiddetto “cash repatriation”. Trump vuole infatti riportare negli USA la liquidità delle aziende americane attualmente detenuta all’estero. Presumibilmente, né questo né altri provvedimenti dovrebbero incontrare l’opposizione del Governo. Per gran parte formato da repubblicani, lo stesso partito del tycoon.

La liquidità complessiva che il magnate americano vuole “rimpatriare” ammonterebbe a circa 3 miliardi di dollari. A questa misura, si aggiunge la volontà del nuovo Presidente USA di abbassare l’aliquota dell’imposta gravante su questi capitali, portandola dal 35% al 10%.

In questo momento è Apple l’azienda che detiene un maggior capitale fuori dagli Stati Uniti. La società ha sempre dichiarato di non avere alcuna intenzione di riportare il capitale in patria, proprio a causa della pesante tassazione. Trump avrebbe dunque scovato un modo per convincere società come Cupertino o Facebook, a pagare le tasse nel proprio Paese.

UE: report economici Italia

Sul fronte europeo, in uscita nuovi dati sulla crescita economica del Vecchio Continente. E’ oggi il giorno dell’Italia. La disoccupazione giovanile scende ai minimi dal 2012. Tuttavia, l’Istat rileva 30mila occupati in meno nel mese di Ottobre. Il che significa che è cresciuto il numero di coloro che non cercano più lavoro.

I cittadini che si dichiarano indisponibili all’impiego sono infatti aumentati dello 0,6%, sfiorando le 82000 unità.

Questi dati, nel complesso poco confortanti, sono altresì fondamentali per stabilire se l’Italia avrà centrato o meno i suoi obiettivi di crescita per l’anno che si avvia a concludersi.

Cambio Euro Dollaro che dunque rispecchia sempre più due economie che si stanno dirigendo verso strade opposte. Con gli USA che sembrano, per il momento, aver intrapreso il cammino migliore.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*