Cambio Euro Dollaro oggi 03 Ottobre: lieve inversione

Continua il tira e molla in Borsa tra il biglietto verde e la moneta comunitaria. Stamattina cambio Euro Dollaro in lieve ribasso dello 0,08%, con tasso a 1,231. Recupera dunque la valuta statunitense sulla moneta unica. Alla riapertura settimanale dei mercati tiene banco la tregua annunciata Venerdì per Deutsche Bank. Gli investitori scommettono sul patteggiamento tra l’istituto e gli USA e le Borse non subiscono troppi scossoni.

cambio euro dollaro oggi 03 ottobre lieve inversione

Cambio Euro Dollaro: listini europei poco mossi

Già alla fine della scorsa settimana la banca tedesca sembrava poter vedere la luce in fondo al tunnel. Dei 14 miliardi di multa inflitti dalla giustizia americana, è probabile che l’istituto ne pagherà meno della metà.

Sulla scia di questa ipotesi, Milano recupera lo 0,15%, Parigi lo 0,35%, mentre Londra risale dell’1%.

Importante sottolineare il miglioramento della situazione per tutto il comparto bancario. Proprio la questione delle banche è al centro dell’attenzione anche in Italia. Per la giornata odierna è previsto un summit al Tesoro tra il ministro dell’economia Pier Carlo Padoan e il numero uno della Banca d’Italia Ignazio Visco.

Sono due i temi principali che verranno affrontati nell’incontro. Da una parte si parlerà delle quattro banche salvate che attendono compratori. Dall’altra verranno presi degli accordi anche in funzione del nuovo sistema pensionistico anticipato che necessita degli istituti di credito per poter funzionare.

Per quanto riguarda la macroeconomia, si attendono i dati sul settore manifatturiero in Europa e sulla spesa per costruzioni negli USA. Nel frattempo, come detto, il dollaro recupera qualche punto percentuale sulla moneta unica. Euro in lieve calo anche contro lo Yen.

Banche italiane: stop BCE a UBI

La situazione critica generale degli istituti di credito europei intacca fortemente la ripresa dell’euro sui mercati.

Per il cambio euro dollaro, gli investitori prediligono l’acquisto solo per le operazioni giornaliere.

Oggi potrebbe essere una giornata importante per il settore bancario italiano. La BCE ha infatti alzato le richieste per dare il via libera all’aumento di capitale di UBI. Quest’ultima si era mossa prontamente per comprare tre delle quattro banche salvate. Nello specifico: Banca Marche, Banca Etruria e CariChieti.

Tuttavia, Mario Draghi ha alzato le richieste di garanzia. Nel dettaglio, il Single Supervisory Mechanism si è dichiarato contrario alla migrazione sui modelli interni. La BCE avrebbe dunque richiesto un aumento di capitale di 600 milioni di Euro.

UBI, come già dichiarato, non sarebbe disposta a salire oltre i 400 milioni. Secondo gli analisti la rigidità della BCE è un fattore molto negativo che rischia di influenzare le economie nazionali.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*