Cambio Euro Dollaro oggi 06 Febbraio: moneta unica giù

La moneta unica è in calo contro la divisa statunitense nella seduta odierna di mercato. Cambio Euro Dollaro attualmente a 1,0742, in ribasso dello 0,38%. La coppia EUR/USD, dopo aver aperto a 1,0791, si è mossa tra il minimo e il massimo di giornata rispettivamente di 1,0714 e 1,0798. Gli indicatori tecnici si mantengono neutrali per le negoziazioni a 5 minuti e giornaliere. Vendita consigliata a 15 e 60 minuti e per il mensile. Recupero del biglietto verde frenato dai dati sui compensi. La crescita dei posti di lavoro USA ha superato le aspettative. Ma gli stipendi hanno avuto un incremento modesto. Dubbi sulle possibilità di rialzo dei tassi.

Cambio Euro Dollaro oggi 06 Febbraio moneta unica giù

Cambio Euro Dollaro: Marine Le Pen minaccia l’UE

Nel frattempo, nel Vecchio Continente, parte la campagna elettorale francese, in vista delle votazioni di fine Aprile e inizio Maggio. Marine Le Pen, da Lione, attacca Bruxelles.

La leader del Front National ha dichiarato che, se vincesse le elezioni, entro sei mesi dal suo insediamento indirebbe un referendum per l’uscita della Francia dall’Europa.

Queste le sue durissime parole:

L’obiettivo è di trovare entro sei mesi un compromesso che ci permetta di recuperare quattro sovranità: monetaria, economica, legislativa e territoriale. Se l’Unione Europea non accetterà, allora chiederò ai francesi di esprimersi con un referendum per liberarci da questo incubo e tornare liberi”.

Le Pen ha poi riservato un durissimo attacco anche all’immigrazione, alla globalizzazione e al terrorismo islamico.

La leader del Front National ha concluso il suo intervento dichiarandosi come la vera e l’unica candidata del popolo. Pronta a combattere la ricchezza di destra e di sinistra.

Nuova pesante minaccia, dunque, per Bruxelles. Già alle prese con l’imminente Brexit. Senza contare i timori per quanto accadrà anche in Olanda e in Germania nel corso dell’anno.

Economia USA: le regole di Trump

Oltreoceano, il tycoon newyorkese continua invece ad attuare il suo programma, per mantenere la crescita dell’economia statunitense.

Uno dei prossimi passi che il magnate sembra pronto a compiere è la semplificazione delle procedure, delle norme e della burocrazia.

Ora, sono due gli obiettivi del Governo. Il primo è cercare di evitare la frenata della crescita economica. Il secondo è provare al limitare la fuga dal lavoro.

Il programma di Trump prevede una crescita economica del 4% con la creazione di 25 milioni di nuovi posti di lavoro.

Tra populismo e politiche monetarie, il Cambio Euro Dollaro si avvia a vivere un momento molto delicato. Tanto complesso quanto imprevedibile.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*