Cambio Euro Dollaro oggi 06 Gennaio: moneta unica frena

Frena la salita di ieri la moneta unica e ritraccia lievemente, nella seduta odierna di mercato. Cambio Euro Dollaro attualmente a 1,0593, in ribasso dello 0,10%. La quotazione, dopo la pubblicazione dei verbali del FOMC, aveva preso la strada di un deciso rialzo. Superando il livello 1,06. Il biglietto verde si è dunque staccato dai massimi del periodo, sulla scia delle incertezze trasmesse dalla Federal Reserve. Indicatori tecnici si mantengono ora neutrali per il brevissimo termine. Acquisto consigliato per le negoziazioni a 15 e 60 minuti e sul giornaliero. Per il lungo termine rimane favorita la vendita dell’asset.

Cambio Euro Dollaro oggi 06 Gennaio moneta unica frena

Cambio Euro Dollaro: attesi dati USA sul lavoro

Gli investitori attendono ora la pubblicazione dei dati ufficiali sul lavoro USA. Secondo le stime odierne, c’è stata una diminuzione del numero dei nuovi posti di lavoro a Dicembre. Si parla di 153.000 unità, contro le 170.000 previste dagli analisti.

Anche il dato di Novembre è stato rivisto lievemente al ribasso di circa 1000 unità.

Se questi numeri dovessero essere confermati oggi, lecito domandarsi dove potrà spingersi la quotazione. Che ieri, nel giro di poche ore, è riuscita a recuperare dal minimo di 14 anni di 1,03 al massimo odierno di 1,06.

Dunque, oltre alla spinta rialzista data al cross EUR/USD dai verbali FED, potrebbe aggiungersi anche il deludente report sul lavoro USA, a risollevare la moneta unica.

Analizzando i grafici della settimana, si può affermare che l’asset ha iniziato un 2017 effettivamente poco chiaro. Dopo un inizio ribassista, in linea con le aspettative di un super dollaro, la moneta unica ha inaspettatamente recuperato terreno.

Qualora la quotazione dovesse rompere la resistenza a 1,066, si avrebbe un importante segnale di ritracciamento. Che cambierebbe le prospettive per l’asset, almeno per questa prima parte del 2017 e, soprattutto, contro il trend che ha caratterizzato l’ultima parte del 2016.

UE: la Germania vuole Draghi e Italia fuori da Bruxelles

Uno scoglio inaspettato per l’Unione Europea in questa prima settimana del 2017. E tale scoglio si chiama Germania.

Per la verità, le critiche mosse da Berlino alla BCE sono storia vecchia. Ma dopo la pubblicazione degli ultimi dati sull’inflazione della zona Euro, che hanno attestato livelli record per la nazione tedesca, la Germania è tornata alla carica. Questa volta in modo ancor più deciso.

Non è avventato affermare che il Governo tedesco stia cercando di spingere Mario Draghi a lasciare la guida di Francoforte. Dal momento che il numero uno della BCE non ha intenzione di cambiare i propri piani che tanto stanno stretti alla Germania.

In più, lo stesso Draghi è accusato di favorire, con la sua politica monetaria, proprio l’Italia. Che con i problemi che si trascina dietro starebbe impedendo alla Germania stessa di involarsi verso una decisa crescita.

Cambio Euro Dollaro quindi pronto a regalare sorprese, già da questi primi giorni del nuovo anno.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*