Cambio Euro Dollaro oggi 08 Novembre: Borse attendono elezioni USA

Biglietto verde stabile nella seduta odierna di mercato, in attesa del verdetto finale per la corsa alla Casa Bianca. Situazione per il momento tranquilla su tutte le Borse mondiali, con Hillary Clinton pronosticata vincitrice. Cambio Euro Dollaro attualmente a 1,1050, lievemente in rialzo dello 0,09%. Petrolio, oro e mercati asiatici in salita. Sul fronte europeo è scontro Italia Bruxelles. Duro botta e risposta tra Junker e Renzi sulla manovra italiana. Nel frattempo negli Stati Uniti la battaglia finale si gioca in 15 Stati.

Cambio Euro Dollaro oggi 08 Novembre Borse attendono elezioni USA

Cambio Euro Dollaro: è l’election day

E’ finalmente arrivato il giorno della verità. Dopo mesi di velenosa campagna elettorale, gli americani sono chiamati oggi a decretare chi sarà il prossimo presidente degli Stati Uniti. I mercati per il momento reagiscono con apparente calma.

Il biglietto verde è stabile, ma in lieve discesa con la moneta unica.

Nelle ultime ore, Hillary Clinton è tornata a condurre i sondaggi con un netto distacco dal rivale repubblicano.

Donald Trump però non molla la presa e continua a crederci. Dichiarando che il voto di oggi “Sarà una Brexit all’ennesima potenza. Una vittoria senza precedenti”.

Rimangono 15 Stati in bilico che potrebbero decidere l’esito dell’elezioni, in favore dell’uno o dell’altro candidato. Attualmente, Hillary Clinton ha dalla sua 203 grandi elettori, contro i 164 di Donald Trump. Per avere la certezza matematica della vittoria, occorre raggiungere quota 270.

La candidata ha chiuso la campagna elettorale affidandosi al Presidente uscente. Barack Obama ha lanciato l’ultimo appello dichiarando che i cittadini sono chiamati oggi a scegliere se proseguire sulla stessa strada che ha portato il Paese fuori dalla crisi, oppure gettare via tutti gli sforzi fatti.

La sensazione è che l’America non sia pronta a lasciare il vecchio per il nuovo. Ma non si può affatto escludere il colpo di scena. I risultati arriveranno nella notte, quando in Italia sarà già mattina.

UE: Renzi duro contro il Parlamento Europeo

Il premier italiano, durante l’incontro con i sindaci avvenuto ieri, ha ribadito che i soldi per l’edilizia scolastica rimarranno fuori dal piano di stabilità. Renzi attacca Bruxelles dichiarando che l’Italia non è “il salvadanaio di Paesi che reclamano solidarietà solo quando c’è da prendere e non da dare”.

Il presidente della Commissione Ue Juncker risponde a tono, addossando al governo italiano di proferire accuse false nei confronti dei vertici dell’Eurogruppo.

Il commissario Moscovici e il ministro dell’economia Padoan invitano ad abbassare i toni.

Cambio Euro Dollaro dunque in una sorta di limbo, in attesa che gli eventi prendano la piega che devono.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*