Cambio Euro Dollaro oggi 11 Gennaio: sale il biglietto verde

Torna a salire la divisa statunitense nella seduta odierna di mercato. Cambio Euro Dollaro attualmente a 1,0593, in ribasso dello 0,10%. L’asset ha aperto a 1,0556, per puoi muoversi tra il minimo di giornata di 1,0536 e il massimo di 1,0566. Indicatori tecnici incerti per le scadenze brevi. Acquisto segnalato per il giornaliero, mentre la vendita rimane favorita per il lungo periodo. I mercati, attualmente, stanno vivendo una fase di stallo dopo la corsa lanciata dalla vittoria di Donald Trump alle presidenziali USA. Principali cross valutari ancora influenzati da FED e dalle aspettative sulla futura amministrazione del tycoon.

Cambio Euro Dollaro oggi 11 Gennaio sale il biglietto verde

Cambio Euro Dollaro: Obama addio, ecco Trump

Attesissima per la giornata di oggi la prima conferenza ufficiale di Donald Trump, a New York. Il magnate assumerà ufficialmente le sue funzioni di Presidente USA il 20 Gennaio. Fino ad ora e dal momento della sue vittoria contro Hillary Clinton, il tycoon ha concesso solo rare interviste.

Nel frattempo, Obama ha salutato l’America, con il discorso di commiato pronunciato a Chicago. Malinconiche, dolorose, ma anche orgogliose le sue parole. Messaggio di speranza lanciato ai cittadini statunitensi accorsi per ascoltarlo.

Lascio un’America più forte

Così ha detto l’ormai ex inquilino della Casa Bianca. Ma i timori su cosa possa accadere con Trump, personaggio controverso e politicamente radicalmente opposto, traspaiono ad ogni parola.

Nel frattempo, proprio sul tycoon newyorkese, continuano a piovere attacchi da ogni dove. Spunta un dossier compromettente degli 007 dal quale emergerebbero rivelazioni scottanti sui rapporti tra Trump e i russi prima delle elezioni.

Si tratta di un documento di 35 pagine realizzato da un ex agente dei servizi segreti britannici e impegnato da anni in Russia. Indagati tre collaboratori del tycoon per atti illeciti.

Stando a quanto si apprende da diverse fonti, il Cremlino avrebbe curato i rapporti con il magnate per ben 8 anni. Aiutandolo a candidarsi e poi a vincere le elezioni.

Immediata la smentita del neo Presidente che ha subito dichiarato:

“E’ una caccia alle streghe”.

UE: Gentiloni incontra Hollande, mentre Grillo torna da Farage

Nel frattempo, l’Italia si muove in Europa. L’attuale Premier Gentiloni ha incontrato il presidente francese Hollande. Parigi sosterrà il Bel Paese, nell’anno del G7. I due leader hanno poi dichiarato all’unanimità che l’UE deve guardare con meno ossessione alle regole di bilancio e puntare sulla crescita e sul lavoro.

Sul fronte politico italiano è ancora polemiche per le mosse di Grillo, leader del Movimento 5 Stelle, al Parlamento Europeo. Sfumata l’alleanza con i liberali di Alde, il partito fa marcia indietro e torna da Farage. Che stavolta però detta condizioni. I 5 Stelle gridano al complotto dell’establishment.

Cambio Euro Dollaro che dunque testa la sua forza, o meglio la sua resistenza, in attesa dei numerosi eventi che caratterizzeranno questo 2017.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*