Cambio Euro Dollaro oggi 13 Dicembre: atteso vertice FED

Sale il biglietto verde in attesa che la Federal Reserve comunichi le decisioni prese in merito al rialzo dei tassi di interesse USA. Cambio Euro Dollaro attualmente a 1,0617, giù dello 0,19%. Investitori convinti che Janet Yellen annuncerà il rialzo dei tassi, più volte rimandato durante tutto il 2016. Le condizioni economiche degli Stati Uniti suggeriscono che sia arrivato il momento adatto. Per la coppia EUR/USD gli indicatori tecnici segnalano la vendita sia nel breve che nel medio e lungo termine. Minimo e massimo della giornata toccati rispettivamente 1,0612 e 1,065.

Cambio Euro Dollaro oggi 13 Dicembre atteso vertice FED

Cambio Euro Dollaro: le previsioni sulla riunione del FOMC

Janet Yellen ha un difficile compito davanti a sé. Ovvero cercare di fare da mediatrice tra colombe e falchi. Tra chi, cioè, continua a sostenere una politica monetaria più accomodante, e chi spinge per la stretta.

Dopo aver rimandato più volte, quel che è praticamente certo è che il rialzo dei tassi, ora, verrà annunciato.

Ciò che ancora non è chiaro, invece, è la strategia monetaria che la Federal Reserve ha in programma di attuare per il 2017. Ed è proprio questo aspetto che influenzerà maggiormente i mercati.

Nelle sue ultime dichiarazioni, Janet Yellen ha lasciato intendere che l’obiettivo del FOMC è ritornare alla normalità il più presto possibile. Con un’altra serie di rialzi anche il prossimo anno.

Tuttavia, gli analisti prevedono invece che così non sarà. E che nel corso del 2017 l’istituto attuerà un solo ulteriore rialzo. I motivi sono principalmente due. Se la Yellen si mostrasse troppo falco, per i mercati potrebbe aprirsi una fase di debolezza. Inoltre, gli esperti sono certi che la numero uno della banca centrale statunitense voglia aspettare le mosse del nuovo Presidente Trump, prima di tracciare le linee del futuro.

Previsioni di mercato 2017: secondo Saxo Bank sarà apocalisse

Nel frattempo, si avvicina la fine dell’anno e, come di consueto, Saxo Bank pubblica i suoi “Cigni Neri”. Ovvero le previsioni shock per l’anno futuro.

Secondo la banca danese, il protagonista assoluto sarà il mercato obbligazionario. Dopo 35 anni di rialzo, invece che capitolare, il comparto bancario potrebbe dare vita ad un rally fino al + 100%. Soprattutto in Italia.

La Brexit non si materializzerà, poiché prevarrà il terrore dell’ascesa del populismo. La Cina, invece, continuerà a crescere rapidamente.

L’economia di Trump farà invece balzare il dollaro. Tuttavia, la situazione potrebbe degenerare nel panico di mercato. Riportando la Federal Reserve al QE infinito.

Cambio Euro Dollaro dunque pronto a mostrarne delle belle. Tra poche ore, il primo atto.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*