Cambio Euro Dollaro oggi 14 Dicembre: biglietto verde oscilla

Borse mondiali in calo, in attesa della conferenza stampa di Janet Yellen. Oggi si conclude il vertice FOMC e l’istituto statunitense dovrebbe annunciare, stando alle previsioni, il rialzo dei tassi USA. Nel frattempo, il biglietto verde rimane stabile, subendo lievi oscillazioni contro tutte le principali valute rivali. Cambio Euro Dollaro attualmente a 1,0642, su dello 0,17%. L’asset ha aperto a 1,0624, toccando poi il minimo di giornata di 1,0604. Massimo della seduta 1,0667. Gli investitori restano dunque cauti. Ma è data per certa la possibilità che FED decida di alzare i tassi. Per la prima volta quest’anno.

Cambio Euro Dollaro oggi 14 Dicembre biglietto verde oscilla

Cambio Euro Dollaro: quale sarà l’impatto FED sulla coppia EUR/USD?

Mentre sembra praticamente confermato il rialzo dei tassi di interesse USA, lo stesso non si può dire sull’impatto che tale decisione avrà sul cross valutario EUR/USD. La moneta unica, infatti, si mantiene forte. E il biglietto verde stabile. Diversi analisti sono convinti che i mercati abbiano già scontato, negli ultimi mesi, gli effetti della politica monetaria della Federal Reserve.

Dunque non è affatto detto che, a conclusione del vertice della Federal Reserve, la divisa statunitense possa sopraffare in modo netto la valuta europea. Per le ore 20:00 (orario italiano) si attende la conferenza stampa dei rappresentanti dell’istituto.

C’è molta attesa anche per ciò che Janet Yellen dirà sulla futura politica monetaria della FED. Non vi è affatto certezza, infatti, su come le strategie della banca centrale statunitense potranno svilupparsi al fianco del programma proposto dal neo eletto presidente Donald Trump.

L’ipotesi più accredita, come era già evidente nei giorni scorsi, è che la Yellen rimanga vaga su questo punto. In attesa di capire le mosse del tycoon newyorkese. E soprattutto aspettando che gli USA tocchino con mano gli effetti di tali mosse.

Forex: previsioni euro/dollaro

Stando ai grafici, l’attuale trend del cross EUR/USD sembra predisposto addirittura al rialzo. Eppure, in considerazione degli eventi economico-politici del momento, uno scenario di questo tipo è il meno probabile.

L’ultimo rialzo della quotazione non è riuscito a rompere la resistenza fissata a 1,0660.

A conclusione del vertice FED, gli analisti prevedono alta volatilità. Tale condizione dovrebbe portare l’asset, almeno inizialmente, ad un deciso ribasso. Verso quella parità prevista già nei mesi scorsi. Tuttavia, l’incognita Trump potrebbe costringere la Yellen a rimanere incerta sulle mosse per il futuro.

Tale incertezza, riversata sul mercato, potrebbe riportare il Cambio Euro Dollaro a mantenersi stabile. Se non addirittura a tentare la risalita. Ad ogni modo, per il momento, l’ipotesi più accreditata rimane quella del ribasso.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*