Cambio Euro Dollaro oggi 15 Febbraio: biglietto verde in salita

Sale il biglietto verde, nella seduta odierna di mercato, spinto dai prezzi alla produzione USA cresciuti a gennaio più del previsto. Cambio Euro Dollaro attualmente a 1,0551, in ribasso dello 0,25%. La quotazione, dopo aver aperto a 1,0577, si è mossa tra il minimo e il massimo di giornata di 1,0543 e 1,0587. Gli indicatori tecnici segnalano la vendita per il breve, medio e lungo periodo. Mantenendosi neutrali solo per le operazioni a 5 minuti.

Cambio Euro Dollaro oggi 15 Febbraio biglietto verde in salita

Cambio Euro Dollaro: Janet Yellen tuona contro Trump

In serata, la numero uno della Federal Reserve è intervenuta al Congresso per spiegare i piani di politica monetaria dell’istituto.

Janet Yellen ha innanzitutto confermato che intende proseguire il suo lavoro, fino alla fine del mandato, che scadrà tra un anno.

Subito un monito al Presidente Trump. La Yellen ha infatti sottolineato che lo stop all’immigrazione frena la crescita del Paese. La decisione del tycoon, secondo la leader di FED, metterebbe a rischio i conti.

Per quanto riguarda le politiche di bilancio annunciate dal magnate, Yellen ha invitato alla prudenza, sostenendo che:

Spero che i cambiamenti saranno compatibili con l’obiettivo di mantenere il bilancio degli Stati Uniti su una valida strada. I possibili cambiamenti della politica di bilancio e anche gli altri rappresentano una fonte di incertezza per le prospettive dell’economia”.

Come sempre, la numero uno della Federal Reserve non ha mai nominato direttamente Trump.

Per ciò che concerne la politica monetaria dell’istituto, la Yellen ha ribadito che sarebbe un errore attendere troppo a lungo per un nuovo rialzo dei tassi. Tuttavia, l’istituto, per il momento, proseguirà con una politica accomodante, cercando di sostenere il rafforzamento del mercato del lavoro. E un ritorno dell’inflazione al 2%.

Nel frattempo, l’indice dei prezzi alla produzione USA e i prezzi core sono saliti, a gennaio, più del previsto. Nel dettaglio, l’IPP è cresciuto dell’1,6%, mentre l’IPC dello 0,4%. In entrambi i casi, i dati hanno superato le attese.

UE- Canada: approvato l’accordo Ceta

Questa mattina, a Strasburgo, il Parlamento UE ha approvato il Ceta, ovvero l’accordo commerciale con il Canada. 408 i voti favorevoli, contro 254 contrari e 33 astenuti.

Si tratta di un patto che, paradossalmente, divide piuttosto che unire. Da diversi gruppi politici europei, il Comprehensive economic and trade agreement viene considerato come un accordo di facciata, in risposta alle politiche di Donald Trump.

Tra i sostenitori, invece, l’asse UE-Canada rappresenta il più avanzato e moderno accordo mai negoziato da Bruxelles. Le misure previste dovrebbero portare il PIL europeo ad un aumento di circa 12 miliardi l’anno. Soppressi il 99% dei dazi.

Cambio Euro Dollaro che dunque, quest’oggi, riprende la strada della discesa. Ancora non del tutto esclusa, per il 2017, l’ipotesi parità.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*