Cambio Euro Dollaro oggi 17 Gennaio: impennata della moneta unica

Si apprezza dell’1% la moneta unica contro il biglietto verde, nella seduta odierna di mercato. Cambio Euro Dollaro attualmente a 1,0707. L’asset apre a 1,0601, per poi muoversi tra il minimo di giornata di 1,0598 e il massimo di 1,0719. Indicatori tecnici segnalano ora l’acquisto per il breve e medio periodo, mantenendosi sulla vendita per le operazioni mensili. Borse mondiali contrastate a causa dei timori Brexit. Attesissimo il discorso della Premier britannica Theresa May, chiamata a svelare i piani per i negoziati sul divorzio Londra Bruxelles.

Cambio Euro Dollaro oggi 17 Gennaio impennata della moneta unica

Cambio Euro Dollaro: migliora fiducia investitori sull’economia tedesca

Nel frattempo, il report dell’indice sulla fiducia degli investitori nei confronti dell’economia tedesca rivela un netto miglioramento rispetto al mese precedente. Tuttavia, gli analisti si attendevano un incremento ancora più alto.

Nel dettaglio, l’indice Zew sale a 16,6 punti a Dicembre, contro i 13,8 punti di Novembre. Ma meno dei 18,3 punti previsti dagli esperti. Il risultato è comunque incoraggiante, soprattutto in rapporto allo stesso periodo dello scorso anno.

Nel complesso, i livelli della produzione industriale della zona euro hanno avuto un ottimo aumento. E dunque sale la fiducia sull’economia europea in generale, per il 2017.

La condizione attuale dell’andamento in Borsa della coppia EUR/USD sembra dipendere più dalla debolezza della moneta unica che dalla forza del biglietto verde. In sostanza, in base agli eventi, la valuta europea potrebbe imprimere alla quotazione la nuova tendenza. In un senso o nell’altro.

Fermo restando che il discorso odierno di Theresa May avrà ripercussioni, certamente, anche sul futuro di Bruxelles. Una eventuale Hard Brexit metterebbe l’UE nella condizione di condurre i negoziati per l’uscita di Londra dal gruppo con il coltello dalla parte del manico. Almeno nel breve termine.

Si attende anche con grande apprensione l’investitura ufficiale di Donald Trump come nuovo Presidente degli Stati Uniti.

UE: Parigi e Berlino rispondono al tycoon

Il magnate newyorkese aveva ieri sferrato un duro attacco all’UE e, soprattutto alla Germania. Rea, da una parte, di utilizzare Bruxelles per i propri scopi e, dall’altra, di aver ceduto all’immigrazione. E concludendo con parole di approvazione nei confronti della Brexit.

La risposta più decisa al pensiero di Trump arriva dal Presidente francese. Hollande ha pubblicamente dichiarato che:

L’Europa sarà sempre pronta a dare continuità alla cooperazione transatlantica ma si muoverà in funzione dei suoi interessi e dei suoi valori. Non ha bisogno di lezioni dall’esterno per decidere cosa fare.

Gli fa eco Berlino, che risponde al tycoon anche sulle minacce di tasse altissime nei confronti delle case automobilistiche tedesche. Un portavoce del Governo tedesco ha infatti ribadito che la crescita economica si basa sul libero scambio e non di certo sul protezionismo.

Cambio Euro Dollaro dunque scenario di una vera e propria guerra economica. Difficile prevedere chi la spunterà. Quel che è certo è che Vecchio e Nuovo Continente si affronteranno senza esclusioni di colpi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*