Cambio Euro Dollaro oggi 20 Dicembre: moneta unica ai minimi dal 2003

Tonfo pericoloso della valuta europea nella seduta odierna di mercato. Con il biglietto verde ai massimi di 14 anni. Cambio euro Dollaro attualmente a 1,0369, in ribasso dello 0,32%. Il cross aveva aperto a 1,0402, per poi toccare il minimo e il massimo odierno rispettivamente di 1,0352 e 1,0418. Sui mercati europei pesano non poco gli attentati terroristici di ieri, a Berlino e ad Ankara. Inoltre, gli investitori iniziano a mostrare convincimento su possibili ulteriori rialzi dei tassi USA da parte della Federal Reserve, nel 2017.

Cambio Euro Dollaro oggi 20 Dicembre moneta unica ai minimi dal 2003

Cambio Euro Dollaro: Janet Yellen parla del mercato del lavoro USA

Dopo anni di una ripresa economica debole state entrando nel mercato del lavoro più robusto da quasi un decennio”.

Ha esordito con queste parole la numero uno di FED, durante un meeting con gli studenti alla University of Baltimore.

La Yellen ribadisce la promessa di ulteriori strette monetarie nel 2017 e si dichiara ottimista sul futuro dell’economia USA.

Le sue parole hanno incendiato i mercati, con il biglietto verde che è stato spinto di nuovo ai massimi di 14 anni. Ai danni di una moneta unica sempre più debole.

Si placano anche i timori nei confronti della futura politica di Donald Trump. FED e Governo USA sembrano ora nella condizione di poter collaborare per spingere il Paese ad un’ulteriore crescita.

Al contrario, il Vecchio Continente rimane vittima di se stesso e del terrorismo. Ieri un camion si è abbattuto sulla folla a Berlino. Mentre l’ambasciatore russo in Turchia, Andrei Karlov, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco ad Ankara.

Per quanto riguarda i mercati, si prevede che i volumi di scambi resteranno limitati fino a fine anno, per via delle feste natalizie.

UE: allerta per l’Italia, dove i disoccupati non cercano più lavoro

Il Bel Paese è senz’altro protagonista di questa fine 2016. Dopo il referendum costituzionale e la crisi di Governo, oltre ai grossi problemi del comparto bancario, anche il mercato del lavoro desta grosse preoccupazioni.

L’Italia ha fatto infatti registrare il tasso più elevato d’Europa di disoccupati che non cercano lavoro. Rimangono altissimi anche i livelli di povertà. Con il Sud del Paese sempre più in crisi.

L’opposizione rimane convinta che tale situazione sia colpa delle errate mosse del Governo Renzi, che avrebbe favorito l’UE a discapito dei cittadini italiani. Una consistente ripresa del mercato del lavoro italiano sembra molto lontana.

Cambio Euro Dollaro che dunque si avvia a chiudere l’anno in forte ribasso. Rimangono altissime le probabilità di una futura parità.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*