Cambio Euro Dollaro oggi 23 Dicembre: quotazione in calo

Scambi ridotti per le festività natalizie e biglietto verde in calo nella seduta odierna di mercato. Cambio Euro Dollaro attualmente a 1,0444, su dello 0,08%. La quotazione si è mossa, fino ad ora, tra il minimo e il massimo di giornata di 1,0433 e 1,0463. Indicatori tecnici segnalano la vendita a 5 e 15 minuti. Incertezza per le negoziazioni ad un’ora. Ancora vendita preferita per le operazioni giornaliere e mensili. Seppur in lieve discesa, la divisa statunitense si mantiene comunque vicina ai massimi di 14 anni, raggiunti dopo il rialzo dei tassi USA da parte della Federal Reserve.

Cambio Euro Dollaro oggi 23 Dicembre quotazione in calo

Cambio Euro Dollaro: il parere degli analisti sul 2017 del biglietto verde

Tendenzialmente, in queste ultime giornate di Borsa dell’anno, il dollaro è in frenata contro tutte le principali valute rivali. Dopo l’ottima performance di questo quarto trimestre 2016.

Proprio ieri è arrivata la conferma della crescita dell’economia americana, con il PIL del terzo trimestre aumentato più del previsto. Ricordiamo che la valuta è stata guidata al rally anche dall’elezione di Donald Trump e dall’aumento dei tassi di interesse da parte di FED.

Per quanto riguarda la quotazione del dollaro, il 2017 sopraggiunge con grande incertezza. Gli analisti sembrano dunque avere dei pareri contrastanti.

JP Morgan, ad esempio, è convinta che i mercati, nel 2017, prenderanno consapevolezza del ruolo del tycoon newyorkese per ciò che concerne l’economia globale. Ne deriverebbe, secondo le previsioni, un lancio eccessivo al rialzo per il biglietto verde. Con una conseguente svalutazione.

Secondo il parere degli esperti di Nomura Holdings, invece, l’attuale trend ha grosse possibilità di poter continuare. Soprattutto se Janet Yellen rispetterà le promesse fatte sugli ulteriori tre rialzi, nel corso del 2017, per i tassi USA.

In sostanza, si può concludere che gran parte del destino della coppia EUR/USD e del biglietto verde in generale è nelle mani della Federal Reserve. Trump farà da equilibratore tra la politica monetaria adottata dall’istituto e la sua nuova amministrazione.

Borse: la moneta unica nel primo trimestre 2017

Dalle ultime sedute di Borsa, si può notare come i mercati stiano tentando di rompere al ribasso la quotazione EUR/USD.

Mentre il biglietto verde rimane la valuta favorita anche per il 2017, la moneta unica deve fare i conti con una serie di problemi. Eventi che molto probabilmente determineranno un ribasso per i primi mesi del prossimo anno. Calo che poi potrebbe addirittura proseguire fino a Dicembre prossimo.

In primis, la politica monetaria adottata dalla BCE. L’istituto ha scelto, per i prossimi di 12 mesi, di proseguire con il piano QE. E l’obiettivo dell’inflazione al 2% è ancora lontano.

A pesare sul Cambio Euro Dollaro, in sfavore della valuta europea, sicuramente anche gli eventi politici dell’anno. A partire dalla Brexit, per proseguire poi con le elezioni in Francia, Germania e probabilmente anche in Italia.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*