Cambio Euro Dollaro oggi 24 Novembre: biglietto verde forte

Divisa statunitense ai massimi di 14 anni nella seduta odierna di mercato, contro le principali valute straniere. Cambio Euro Dollaro attualmente a 1,0560, dopo aver aperto a 1,0553. Nella seduta, toccato il minimo di 1,0518. Investitori sperano in aumento dei tassi di interesse USA. I verbali rilasciati ieri dalla Federal Reserve sono incoraggianti. Nel report si legge che un aumento dei tassi è probabile a breve, se i dati economici continueranno a segnalare un miglioramento. Intanto, gli ordinativi di beni durevoli hanno raggiunto i livelli più alti da un anno. E diversi membri FED hanno esplicitamente chiesto il rialzo dei tassi.

Cambio Euro Dollaro oggi 24 Novembre biglietto verde forte

Cambio Euro Dollaro: il rapporto sulla stabilità della BCE

Ieri, anche la Banca Centrale Europea ha rilasciato il proprio report sulla stabilità. Secondo i membri dell’Istituto capeggiato da Mario Draghi, i rischi per la zona Euro rimangono alti.

In particolare, c’è preoccupazione sulla capacità di alcuni Paesi membri dell’Unione di riuscire a sostenere il proprio debito. Nell’Eurozona crescono le pressioni per il blocco dei paesi più deboli.

La BCE lancia dunque un messaggio negativo, dopo aver più volte ribadito, nelle scorse settimane, la crescita, seppur moderata, degli Stati Europei.

L’istituto pone l’accento sulle incertezze politiche del periodo, partendo dall’Italia.

Nel report infatti si legge che:

La maggiore incertezza politica può portare ad agende politiche più concentrate sull’interno e che rallentano la crescita. Questo potrebbe ritardare le riforme strutturali e le necessarie politiche fiscali e condurre nello scenario peggiore a riaccendere pressioni sugli Stati più vulnerabili”.

Draghi e colleghi preoccupati anche dalla nuova amministrazione USA. Con Donald Trump, infatti, potrebbero cambiare gli equilibri economici globali.

Dunque l’Europa resta vulnerabile. In attesa della chiusura del 2016 con diversi eventi che già mostreranno le nuove linee mondiali.

Rialzo dei tassi USA a Dicembre: la FED è pronta

Sul fronte americano, dopo un anno di tentennamenti, Janet Yellen sembrerebbe finalmente pronta ad autorizzare l’aumento dei tassi di interesse.

La minute dell’ultima riunione della Federal Reserve sembrerebbe confermare questa ipotesi. Si attendono ora i dati su PIL e occupazione. Qualora anch’essi continuassero a mostrare il miglioramento dell’economia statunitense, l’Istituto potrebbe annunciare il rialzo già nella riunione del 13 e 14 Dicembre.

Nella minute, i rischi per l’economia vengono definiti equilibrati. Dunque analisti e investitori prevedono che l’aumento dei tassi avverrà entro fine anno, ormai al 100% delle possibilità.

Cambio Euro Dollaro sempre più verso la parità. Forse anche prima delle attese.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*