Cambio Euro Dollaro oggi 26 Gennaio: quotazione in ribasso

Forti oscillazioni hanno caratterizzato l’andamento della coppia EUR/USD nella giornata di ieri. Il biglietto verde si è apprezzato nelle prime ore del mattino, poi ha viaggiato in discesa, recuperando in serata. Nella mattinata di oggi la moneta unica è salita ancora, salvo poi far registrare un nuovo calo. Cambio Euro Dollaro attualmente a 1,0737, in ribasso dello 0,13%. Dopo l’apertura a 1,0751, la quotazione si è mossa tra il minimo di giornata di 1,0726 e il massimo di 1,0766. Gli indicatori tecnici si mantengono neutrali sul brevissimo termine. Vendita consigliata a 15 e 60 minuti e sul mensile. Acquisto preferito per il giornaliero.

Cambio Euro Dollaro oggi 26 Gennaio quotazione in ribasso

Cambio Euro Dollaro: biglietto verde vicino al minimo di 7 settimane

Donald Trump, che ormai utilizza costantemente il social network Twitter per i suoi annunci, ha ieri cinguettato che verranno richieste indagini approfondite per presunte frodi elettorali.

La National Association of Secretaries of State ha immediatamente ribadito l’integrità del Sistema elettorale negli Stati interessati. Tuttavia, il post del tycoon ha gettato nuovamente i mercati nell’incertezza.

Incertezza che permane anche per la politica economica del magnate newyorkese, nonostante i già numerosi provvedimenti firmati dal Presidente dopo soli 5 giorni di lavoro.

E’ caos sulla decisione del nuovo numero uno della Casa Bianca di costruire il Muro al confine con il Messico. Cavallo di battaglia in campagna elettorale, il mondo inizia a chiedersi chi pagherà le spese per l’edificazione. Trump, non è ancora chiaro come, è intenzionato ad addebitare al Messico tutti i costi. Ma il Presidente Enrique Pena Nieto ha dichiarato che:

Mi rammarico e disapprovo la decisione degli Stati Uniti di continuare la costruzione di un muro che da anni, anziché unirci, ci divide. Il Messico non crede nei muri. L’ho già detto molte volte, il Messico non pagherà nessun Muro”.

Dopo queste dichiarazioni, Nieto ha rafforzato le misure di tutela dei cittadini messicani che si trovano in territorio USA.

UE: Bruxelles al lavoro per la sicurezza dell’Eurozona

Nel frattempo, dal Vecchio Continente, giungono buone notizie sulla sicurezza. Federica Mogherini, Alto rappresentante per la politica estera UE e Jyrki Katainen, vicepresidente della Commissione, hanno diffuso un comunicato che illustra un piano di difesa del territorio varato da Bruxelles.

A partire dal 2020 e in collaborazione con la Nato, l’Unione Europea investirà 500 milioni l’anno per lo sviluppo di nuove tecnologie nel settore della difesa. Si chiede a tutti gli Stati membri di mantenere il proprio impegno. Ma c’è forte coesione.

Cambio Euro Dollaro che si fa sempre più teatro di una vera e propria guerra economica in corso. Non manca la lotta all’immigrazione e al terrorismo. Il pericolo di una chiusura politica è palpabile.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*