Cambio Euro Dollaro oggi 26 Ottobre: biglietto verde in calo

Si allontana dai massimi di nove mesi la divisa statunitense, nella seduta odierna di mercato. La moneta unica, dopo una serata di ribasso, stamattina è in recupero. Cambio Euro Dollaro attualmente a 1,0927, su dello 0,35%. Analisti convinti che il biglietto verde si muoverà in modo neutro fino alle elezioni presidenziali, come accade sempre prima di questo evento. Inoltre, gli investitori rimangono cauti in attesa del rialzo dei tassi di interesse USA da parte della Federal Reserve.

Cambio Euro Dollaro oggi 26 Ottobre biglietto verde in calo

Cambio Euro Dollaro: Mario Draghi difende politica espansiva

Il numero uno della Banca Centrale Europea, intervenuto ieri sera presso il German Institute for Economic Research, ha difeso la politica monetaria dell’istituto contro le accuse tedesche. La critica mossa da Berlino si basa sul fatto che le iniziative di Draghi avrebbero avvantaggiato i paesi deboli a discapito di quelli ricchi.

Per quanto ciò possa essere vero, la BCE guarda la questione sotto un altro punto di vista, ovvero l’equilibrio tra le potenze europee. Pertanto, il governatore italiano ha dichiarato che per il momento si proseguirà con una politica espansiva. Almeno finché non verrà raggiunto l’obiettivo di inflazione al 2% o un livello poco inferiore.

Queste le parole di Draghi difronte all’opinione pubblica tedesca: “Non ci sono segni che i bassi tassi d’interesse stiano spostando rendite finanziarie dai Paesi più forti verso i paesi più deboli. La politica monetaria oggi sta proteggendo gli interessi dei risparmiatori”.

Ad ogni modo, i tassi bassi non sono privi di costi e certamente possono verificarsi problemi. Secondo il governatore italiano, lo scopo di questa politica monetaria è creare le condizioni per un rialzo. Per fare questo, occorre la collaborazione di governi e parlamenti. E’ fondamentale elaborare riforme strutturali che favoriscano la crescita. In sostanza, Draghi ha chiesto aiuto alla politica, per sostenere gli stimoli monetari attraverso gli investimenti.

Mercati: Borse caute, debole Piazza Affari

La moneta unica riceve la spinta dei dati positivi su ordini e fatturato dell’industria italiana, e dalla fiducia delle imprese tedesche ai massimi. Sul fronte USA, i falchi spingono per un rialzo dei tassi la prossima settimana. Ma è sempre più evidente che FED voglia attendere le elezioni, per capire le intenzioni del nuovo presidente.

Piazza Affari, dopo un paio di sedute decisamente toniche, torna a viaggiare al ribasso. Sui mercati domina la volatilità, in attesa delle prossime mosse delle banche centrali.

Cambio Euro Dollaro dunque in balia dei prossimi eventi. Almeno fino a fine settimana, gli analisti prevedono una certa stabilità.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*