Cambio Euro Dollaro oggi 27 Gennaio: moneta unica in recupero

Lieve recupero per la moneta unica contro il biglietto verde, nella seduta odierna di mercato. Cambio Euro Dollaro attualmente a 1,0692, in rialzo dello 0,11%. A partire dalla mattinata di ieri, la valuta europea ha subito un calo deciso a causa del rafforzamento della divisa statunitense. Spinta al rialzo dal record del Dow Jones e dalle aspettative degli investitori sulla politica di Trump. Dopo aver aperto stamani a 1,068, la quotazione si è mossa tra il minimo e il massimo di giornata rispettivamente di 1,0657 e 1,0766. Oscillando lievemente. Indicatori tecnici segnalano l’acquisto per il breve termine e la vendita per il mensile. Mantenendosi neutrali per le operazioni giornaliere.

Cambio Euro Dollaro oggi 27 Gennaio moneta unica in recupero

Cambio Euro Dollaro: è scontro Usa-Messico sulla costruzione del Muro

Saltato l’incontro a Washington tra Donald Trump e il Presidente messicano Pena Nieto. Come sempre affidato a Twitter il commento del tycoon, che ha scritto:

“Se il Messico non è disposto a pagare per il Muro, meglio cancellare l’incontro”.

E Nieto, infatti, ha fatto sapere che non si recherà negli Stati Uniti. Già ieri il Presidente messicano si era dichiarato contrario al progetto del magnate americano. Chiedendo rispetto per il proprio Paese.

Nel frattempo, un portavoce della Casa Bianca ha fatto sapere che la costruzione del Muro costerà all’incirca 15 miliardi di dollari e il Congresso dovrebbe sbloccare i fondi entro Settembre 2017.

In un primo momento, dopo l’annullamento dell’incontro, Trump ha minacciato il Messico di portare al 20% i dazi sulle esportazioni negli USA. Una misura che porterebbe Washington a raccogliere 10 miliardi di dollari in un anno. Salvo poi frenare su tale decisione.

Continuano le proteste anti Trump in tutto il Paese. Migliaia di manifestanti nei pressi della Casa Bianca, Manhattan e Philadelphia. Ma anche nelle altre città USA. Sono scesi in campo non solo i democratici, ma anche i difensori dei diritti umani.

Si prospetta una vera e propria guerra diplomatica.

UE: scontro Roma-Bruxelles sul debito italiano

L’Italia è pronta a sfidare l’Europa. Sul piatto una manovra correttiva da 3,4 miliardi di euro. Che il Governo Gentiloni, tuttavia, potrebbe decidere di non attuare. Scegliendo di subire una procedura d’infrazione per mancato rispetto della regola del debito.

La scelta, a quanto pare, dipenderà molto dal voto. La Corte Costituzionale ha dato il via libera per l’applicazione della legge elettorale. E dunque, a Giugno, potrebbero esserci le elezioni. Pertanto, parte del Governo è intenzionata a sfruttare la diatriba con Bruxelles per la campagna elettorale.

Per il momento, i negoziati sembrano andare avanti in modo amichevole. Ma la condizione delle casse dello Stato italiano è allarmante.

Cambio Euro Dollaro che trascina sui mercati i terremoti del momento. Quelli veri e quelli politici.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*