Cambio Euro Dollaro oggi 30 Gennaio: biglietto verde in calo

Cala la divisa statunitense nella seduta odierna di mercato. Salvo poi recuperare nelle ultime ore. Cambio Euro Dollaro attualmente a 1,0683, in ribasso dello 0,15%. Sul biglietto verde pesano i dati sul PIL USA e sulla decisione di Donald Trump di bloccare le frontiere. La quotazione ha aperto a 1,0719. Per poi muoversi tra il minimo e il massimo di giornata rispettivamente di 1,0684 e 1,074. Gli indicatori tecnici segnalano la vendita per il breve, medio e lungo periodo. Mantenendosi neutrali sul giornaliero. La crescita del quarto trimestre USA è stata peggiore del previsto. Investitori ora temono che FED non proceda al rialzo dei tassi.

Cambio Euro Dollaro oggi 30 Gennaio biglietto verde in calo

Cambio Euro Dollaro: caos mondiale per il blocco dell’immigrazione

La decisione del tycoon newyorkese di bloccare l’ingresso negli USA da parte di cittadini provenienti da sette Paesi a maggioranza musulmana ha gettato nel caos la comunità mondiale. Proteste in ogni parte del globo. I giudici federali statunitensi si ribellano.

Nelle ultime ore, la Casa Bianca ha cercato di spegnere le polemiche. Precisando che l’ordinanza firmata da Trump non coinvolge i possessori di green card.

Il magnate ha anche spiegato che:

Non è un bando ai musulmani. Ci sono altri 40 Paesi nel mondo a maggioranza islamica che non sono interessati dal provvedimento”.

I visti verranno rilasciati dopo che il Paese avrà rafforzato i controlli alla frontiera. Operazione necessaria per la lotta al terrorismo. Si stima una tempistica di 90 giorni.

Si ribellano le compagnie statunitensi della Silicon Valley. Google avrebbe stanziato 4 milioni di dollari per gli immigrati e i rifugiati. Anche Uber sta creando un fondo di difesa legale. Starbucks promette l’assunzione di 10.000 musulmani nel mondo.

Nel frattempo, il tycoon ha concordato con Putin i rafforzamento delle relazioni politiche ed economiche tra USA e Russia. Un patto che include anche la lotta comune allo Stato Islamico.

UE: la Moldavia si ribella a Bruxelles

Nuova grana per l’Unione Europea. Il Presidente della Moldavia Igor Dodon è pronto ad annullare l’accordo sull’associazione del suo Paese con Bruxelles.

Sulla sua pagina Facebook, Dodon si è espresso con parole molto dure:

A Bruxelles mi esprimerò molto chiaramente sull’accordo di associazione con la UE e sulle aspettative ingannevoli con cui si sono imbattuti i nostri cittadini”.

Il leader della Moldavia sarà a Bruxelles nei prossimi giorni, per il suo secondo incontro ufficiale con i vertici del Parlamento Europeo.

Mercati nel caos, con i listini europei quasi tutti negativi. Cambio Euro Dollaro simbolo dell’incertezza e dei timori degli investitori per quanto sta accadendo in questi giorni oltreoceano.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*