Cambio Euro Sterlina oggi 03 Novembre: moneta unica in forte calo

Vola il pound britannico contro la valuta europea nella seduta odierna di mercato. Cambio Euro Sterlina ora a 0,8911, in ribasso dell’1,23%. Donald Trump tiene con il fiato sospeso i mercati. Ne approfitta la moneta inglese che, contro l’euro, torna ai massimi da Agosto. Balzo motivato dall’Alta Corte di Londra, che ha accolto il ricorso degli attivisti a favore del “Remain. Il gruppo ha chiesto il voto del Parlamento sull’iter da seguire per il piano Brexit. Theresa May alle strette. Si prospetta un lungo cammino giudiziario che potrebbe rallentare ulteriormente l’uscita del Regno Unito dall’Europa.

Cambio Euro Sterlina oggi 03 Novembre moneta unica in forte calo

Cambio Euro Sterlina: Theresa May contro tutti

Non è rimasta in silenzio il Primo ministro britannico dopo la sentenza dell’Alta Corte di Londra. La giustizia inglese ha deciso che la Brexit si farà, ma con l’ok del Parlamento. Theresa May ha prontamente risposto che il Governo farà ricorso.

Nel comunicato ufficiale diffuso dal portavoce del Primo Ministro si legge che: “Il Paese ha votato per lasciare l’Unione europea in un referendum approvato dal parlamento e il governo è determinato a far rispettare il risultato del voto”.

Ma la May deve fare i conti anche con la stampa e l’opinione pubblica. Il quotidiano Guardian ha pubblicato una registrazione audio dalla quale emergono parole contraddittorie del Primo Ministro britannico. Prima del referendum, la May sosteneva i vantaggi della permanenza nell’UE. Salvo poi cambiare idea dopo la votazione di Giugno e la nomina a capo del Governo.

La registrazione, fornita da una fonte anonima, risale al 26 maggio. Quel giorno Theresa May si incontrò a Londra con alcuni investitori e finanzieri della City.

Contraddizioni e sentenze minano la strada della numero uno del governo britannico. Il Regno Unito parte da una Hard Brexit entro i propri confini.

BCE: ripresa moderata, si rischia il ribasso

La moneta unica subisce un certo clima di sfiducia dovuto anche al report della BCE. L’istituto centrale europeo ha confermato la crescita che però, seppur costante, rimane (troppo) lenta.

Nel comunicato si legge che rimangono alti i rischi al ribasso. Nonostante tutto, però, l’economia europea mostra una buona tenuta, grazie alla politica monetaria attuata.

Italia, di nuovo fanalino di coda, ha apportato un contributo moderato alla crescita. Predominio della Germania per i risultati positivi.

Cambio Euro Sterlina dunque alle prese con diverse problematiche interne. Regno Unito e Unione Europea rischiano di arrivare al divorzio in una condizione politica ed economica profondamente instabile.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*