Cambio Euro Sterlina oggi 06 Febbraio: moneta unica in difficoltà

Il pound britannico pressa la moneta unica nella seduta odierna di mercato. E la coppia EUR/GPB scende. Cambio Euro Sterlina attualmente a 0,8600, in ribasso dello 0,49%. La quotazione, dopo aver aperto a 0,864, si è mossa tra il minimo di giornata di 0,8594 e il massimo di 0,8644. Gli indicatori tecnici segnalano la vendita per il breve periodo. Acquisto consigliato per il medio e lungo termine. Marine Le Pen ha iniziato la sua campagna elettorale con un durissimo attacco a Bruxelles. Promettendo un referendum per l’uscita della Franca dall’Europa.

Cambio Euro Sterlina oggi 06 Febbraio moneta unica in difficoltà

Cambio Euro Sterlina: profitti Ryanair in calo

La compagnia aerea Ryanair soffre il calo del pound. Profitti trimestrali in discesa dell’8%. L’azienda è ora costretta ad abbassare le tariffe, cercando di sfruttare un traffico in crescita.

A confermare i risultati del bilancio è stato direttamente il numero uno della compagnia. Michael O’Leary ha infatti dichiarato che:

Come anticipato, le tariffe sono scese anche se la compagnia continua ad aumentare il traffico passeggeri. I ricavi sono stati penalizzati del calo della sterlina dopo il voto sulla Brexit”.

Ryanair, dal primo ottobre al 31 dicembre 2016, ha registrato utili per 95 milioni di euro, contro gli 1,30 miliardi di euro previsti.

Tuttavia, per quanto riguarda il traffico passeggeri, grazie alle tariffe più basse l’azienda ha battuto ogni record, toccando i 117 milioni di clienti. Con questo traguardo, Ryanair diventa la prima compagnia europea.

Cento nuove linee sono state lanciate dalla società, con l’apertura di cinque nuovi hangar ad Amburgo, Norimberga, Bucarest, Praga e Vilnius.

Tra le compagnie rivali, anche EasyJet nella stessa situazione. Aumentano i passeggeri, ma calano gli utili.

UE: la proposta della Merkel per il dopo Brexit

Bruxelles deve necessariamente rinnovarsi, se vuole sopravvivere. Lo ha capito persino Angela Merkel che, nella giornata di venerdì, ha presentato una proposta di una nuova Europa più veloce e consapevole.

L’idea è quella di formare diversi club su politiche e questioni specifiche. I 27 membri di Bruxelles non saranno costretti a far parte di ogni club se i cittadini sono contrari.

Potrebbe sembrare un cambiamento da poco, ma stando alla condizione attuale, per l’UE si tratterebbe di una vera e propria rivoluzione. Soprattutto perché i 27 membri viaggiano a passo diverso.

Cambierebbe, in sostanza, il concetto di blocco omogeneo, passando ad un’Europa libera di scegliere.

Cambio Euro Sterlina dunque presto teatro delle risposte di Bruxelles e Londra alle tensioni degli ultimi anni. Il gioco si fa duro, ma senz’altro più avvincente.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*