Giornata di ribasso per la valuta europea, in calo sia contro il pound britannico che contro il dollaro. Cambio Euro Sterlina attualmente a 0,8356, giù dello 0,37%. Dal massimo di oggi di 0,8403, la moneta unica ritraccia verticalmente in pochi minuti fino al minimo odierno di 0,8346. Indicatori tecnici segnalano la vendita dell’asset sul breve e medio periodo. Fiducia all’acquisto, invece, sul lungo termine. Il sentiment sull’economia tedesca invariato a dicembre e attese deluse. Nel complesso, però, sale il sentimento economico della zona euro, più del previsto. Respiro di sollievo per Bruxelles, tra la crisi delle banche italiane e le prossime elezioni del Vecchio Continente.

Cambio Euro Sterlina oggi 13 Dicembre cala la moneta unica

Cambio Euro Sterlina: la situazione in Europa

In mattinata, l’istituto di ricerca tedesco Zew ha pubblicato i propri report economici.

Per l’Italia, la situazione è critica. La fiducia sulle prospettive dell’economia italiana è in forte calo. Dai -4 punti del mese scorso si è passati al -15,2. In ribasso anche l’indice relativo delle condizioni economiche attuali, che cade di tre punti, e si attesa a -68, dal -65 del mese precedente.

Come premesso, rimane invece invariato il sentimento economico tedesco. Tuttavia, gli analisti avevano previsto un rialzo a 14 punti. Sale invece inaspettatamente l’indice sulle condizioni attuali, passato a 63,5 a Dicembre, contro il 58,8 di Novembre.

Per la zona euro, il sentimento economico complessivo aumenta a 18,1. Più del mese scorso e più delle previsioni.

A conclusione del report, l’istituto tedesco Zew considera che la crisi bancaria italiana e le prossime elezioni in programma in varie nazioni della zona euro, sono passate in secondo piano nell’attuale momento di mercato. I listini azionari europei sono in salita. In rialzo tutti i maggiori indici.

Brexit: previsti ulteriori ritardi

Ancora una volta, la Gran Bretagna potrebbe ritardare l’inizio della trattativa per uscire dall’UE. A causa di una nuova battaglia legale interna.

Sembrerebbe infatti che alcuni attivisti siano intenzionati a chiedere il parere della Corte Suprema sulla legittimità dell’uscita del Regno Unito dal mercato unico europeo. Si sostiene ancora che debba essere il Parlamento a pronunciarsi.

Il governo, per il momento, rimane sulle proprie posizioni, per le quali il divorzio Londra/Bruxelles sarebbe automatico, a fronte del voto popolare espresso nel referendum del 23 Giugno.

Questa nuova battaglia legale potrebbe dunque ritardare ulteriormente l’applicazione dell’articolo 50.

Nel frattempo, la produzione auto è a rischio crollo in Gran Bretagna. La Brexit sta quindi mettendo in pericolo una delle colonne portanti dell’economia inglese.

Cambio Euro Sterlina rimane dunque ancora scenario di una lotta all’ultimo sangue.