Cambio Euro Sterlina oggi 14 Febbraio: asset in forte risalita

Discesa vertiginosa per il pound britannico, nella seduta odierna di mercato. Cambio Euro Sterlina attualmente a 0,0058, in rialzo dello 0,69%. Come si può notare dal grafico sottostante, dopo la buona performance di ieri, la valuta inglese scende in modo netto. Il pound tocca il minimo giornaliero, a causa dei dati sull’inflazione GB. Secondo l’Ufficio Nazionale di Statistica britannico, i prezzi al consumo sono saliti dell’1,8% a Gennaio. Più di Dicembre, ma meno delle previsioni degli analisti. L’aumento dell’inflazione è dovuto ad una sterlina più debole, che reso più alti i prezzi. Gli investitori temono ora che il crollo della valuta inglese possa proseguire, danneggiando il potere di acquisto dei consumatori nei prossimi mesi.

Cambio Euro Sterlina oggi 14 Febbraio asset in forte risalita

Cambio Euro Sterlina: le previsioni sul pound

Possibili forti cali per la sterlina britannica, tra aprile e settembre. Gli analisti individuano nelle elezioni in Francia e in Germania un possibile elemento che potrebbe spingere il pound al rialzo o al ribasso.

Innanzitutto, partiamo dalla situazione attuale. Nonostante il calo odierno, la valuta britannica, nell’ultimo mese, si è apprezzata di oltre il 3%.

In mattinata, sono stati comunicati i dati sull’inflazione. L’aumento dell’1,8%, seppur lievemente più basso rispetto alle previsioni, rappresenta comunque il rialzo più alto degli ultimi due anni. Ne deriva che, durante l’anno, la Bank of England dovrebbe procedere con l’aumento dei tassi di interesse.

Oltre alla Brexit imminente, sul pound potrebbe pesare l’ondata di elezioni in Europa. In Francia, la corsa all’Eliseo è sempre più incerta. Nei sondaggi, attualmente, prevale Marine Le Pen. Tuttavia, la candidata del Front National potrebbe arrivare al ballottaggio contro Emmanuel Macron, il politico più europeista in lizza. Sono ben note le dichiarazioni di Macron in merito alla Brexit: al Regno Unito va resa vita difficile!

Un’eventuale Francia guidata da Macron potrebbe dunque influenzare i negoziati Brexit, escludendo la Gran Bretagna dal mercato unico. In questo caso, a risentirne sarebbe una già provata sterlina.

Inoltre, a settembre, Schulz potrebbe sconfiggere Angela Merkel in Germania. E Berlino potrebbe schierarsi anch’essa più fortemente contro il Regno Unito. Anche Schulz, infatti, prenderebbe posizioni molto più rigide sulla difesa dell’unità politica in Europa.

Strasburgo: aperto il dibattito sul futuro dell’UE

Nel frattempo, a Strasburgo, entra nel vivo la discussione sulla possibile riforma europea. Il dibattito è stato aperto dall’intervento di Guy Verhofstadt che ha ribadito la necessità di una Unione più democratica e flessibile.

Diverse associazioni europeiste internazionali hanno chiesto iniziative per rilanciare Bruxelles. Già in Italia, nella capitale, il 25 Marzo si terrà la marcia dell’Europa. In occasione delle celebrazioni per il 60° anniversario dei Trattati di Roma.

Cambio Euro Sterlina dunque dominato dai difficili equilibri politici. Nazionalismo contro europeismo. Ai posteri l’ardua sentenza!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*