Cambio Euro Sterlina oggi 15 Novembre: nuovo crollo per il Pound

Dopo l’ottima performance di ieri, la valuta inglese torna a scendere nella seduta odierna di mercato. Cambio Euro sterlina attualmente a 0,8675, su di quasi l’1%. Torna l’incubo Brexit per la Gran Bretagna a causa di un documento segreto pubblicato dal Times. Contemporaneamente, cresce il sentiment degli investitori sull’economia europea. E l’inflazione scende inaspettatamente nel Regno Unito. Dunque il rally del pound si arresta dopo poche sedute. Sempre più incerti gli scenari futuri.

Cambio Euro Sterlina oggi 15 Novembre nuovo crollo per il Pound

Cambio Euro Dollaro: il punto della situazione

Nella scorsa settimana, la sterlina aveva iniziato a riguadagnare il terreno perso nel periodo post Brexit. L’elezione negli USA di Donald Trump sembrava aver dato al Pound una bella spinta. Il rialzo era avvenuto contro tutte le valute rivali. Poi oggi la frenata.

L’indice dei prezzi al consumo britannico ha deluso le aspettative. Secondo il report ufficiale, l’inflazione della Gran Bretagna è salita allo 0,9%, contro le previsioni degli analisti dell’1,1%. Su base mensile, si registra un misero 0,1% di rialzo ad ottobre. Contro lo 0,2% di settembre e lo 0,3% previsto.

Nel report dell’Ufficio Nazionale di Statistica britannico si legge che a pesare sono stati i prezzi dell’abbigliamento e delle spese universitarie. Calo su giocattoli, alberghi e bevande, controbilanciato dal settore energetico e dell’arredamento.

Attesa ora la lettera di Mark Carney, direttore della banca centrale britannica, al cancelliere Philip Hammond. L’obiettivo dell’inflazione al 2% è ancora lontano. Gli investitori aspettano dunque di capire le prossime mosse dell’istituto.

Per l’Eurozona sale l’indice sul sentimento economico, attestatosi a 15,8, contro il 14,3 delle previsioni e il 12,3 di Ottobre.

Mercati azionari misti. Salgono CAC 40 e FTSE 100, in ribasso invece l’Euro STOXX 50 e il DAX.

Regno Unito: il documento segreto pubblicato dal Times

Al di là dei dati economici, a pesare sul pound è soprattutto la nuova ondata di incertezza legata alla Brexit. Ad accendere la miccia è stato il quotidiano Times, pubblicando un documento governativo segreto denominato “Brexit update”.

Tale documento confermerebbe l’assenza di una strategia per uscire dall’Europa. Theresa May navigherebbe dunque in acque sconosciute.

Nel testo si legge che sarebbero necessari almeno altri sei mesi prima di poter procedere all’attuazione dell’articolo 50.

Il governo ha subito smentito l’ufficialità del documento. Ma i timori legati alla Brexit tornano a farsi sentire, dopo la “distrazione” Trump.

Cambio Euro Sterlina che dunque cambia di nuovo faccia, con la valuta inglese che torna a scendere, nonostante la fatica della moneta unica.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*