Cambio Euro Sterlina oggi 17 Gennaio: il giorno di Theresa May

Pound in crollo, poi in recupero, nel giorno di Theresa May. Cambio Euro Sterlina attualmente a 0,8734, in ribasso dello 0,76%. La quotazione apre la seduta a 0,8801, per poi oscillare tra il minimo di giornata di 0,8711 e il massimo di 0,8819. Indicatori tecnici segnalano la vendita per il breve termine, mantenendosi sull’acquisto per le operazioni giornaliere e mensili. Mercati nervosi, in attesa di capire come si muoverà il Governo britannico nei confronti della Brexit. Si temono decisioni estreme. E, soprattutto, che il Regno Unito possa rinunciare al mercato unico, per mantenere il controllo sull’immigrazione.

Cambio Euro Sterlina oggi 17 Gennaio il giorno di Theresa May

Cambio Euro Sterlina: sarà Hard Brexit

Al Governo britannico sembra non piacere l’idea di fare le cose a metà. I cittadini del Regno Unito hanno scelto di lasciare l’Europa. E sarà un fuori tutto senza ma e senza se. I negoziati inizieranno a fine Marzo e le intenzioni di Theresa May sembrano ormai chiare:

“Non vogliamo nessuna parziale appartenenza alla Ue, nessuna associazione con la Ue, niente che ci lasci metà dentro, metà fuori”.

Saranno queste, probabilmente, le parole che la Premier britannica pronuncerà nell’attesissimo discorso odierno.

Downing Street ha anticipato ieri sera parte del comunicato ufficiale che verrà letto dalla May quest’oggi. I mercati hanno reagito spingendo la sterlina sempre più giù. Tuttavia, il pound sembra ora in fase di recupero. Segnale molto simile a quanto accaduto dopo il referendum del 23 Giugno. Timori alle stelle, ma catastrofe che, tutto sommato, non si verificherà.

L’attuale apprezzamento del pound è infatti dovuto anche all’aumento dell’inflazione britannica. Il report ha attestato una crescita, a Dicembre, fino ai massimi del 2014.

Nel dettaglio e su base mensile, l’indice dei prezzi al consumo è salito dello 0,5%, contro le previsioni di un aumento allo 0,3%. L’inflazione GB si avvicina dunque al 2%, target fissato dalla Bank of England.

UE: guerra Italia Germania sulle emissioni auto

Sembrano contrastarsi su ogni punto possibile Italia e Germania. Ora anche nel settore auto. Il Ministro italiano dei Trasporti replica alle accuse di Berlino, ribadendo che:

L’Italia sta lealmente collaborando con la commissione di mediazione dell’Ue sulla Fiat 500X. Dai test sulle emissioni condotti sui veicoli FCA tutto risulta conforme“.

La polemica aveva preso il via dopo la richiesta di richiamo di alcuni modelli FCA da parte dell’EPA. A Berlino, certamente, ancora brucia lo scandalo dieselgate Volkswagen.

Delle ultime ore è la notizia che anche le autorità statunitense starebbero indagando sul caso.

Cambio Euro Sterlina dunque vicino ad un punto di svolta. Theresa May decide oggi per tutti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*